FINCANTIERI -CANTIERI della LOIRA STX. Un governo di fattorini cosa poteva combinare?

fincantieridi GIANLUIGI LOMBARDI CERRI – Le normali aziende di tutto il mondo libero trattano tra di loro, concludono affari comprano e vendono azioni incrociate.

Quando si arriva a dimensioni aziendali di interesse nazionale il dicorso cambia e, talvolta, anche profondamente .

Pertanto ad ogni inizio di trattativa il o I governi interessati devono rimanere sempre vigili, poiché un ritardo di intervento può provocare danni rilevanti sia tecnico finanziari che politici.

Vediamo il profilo dei partecipanti.

Fincantieri : azienda statale italiana in brillante crescita su scala mondiale nel settore navale sia civile che militare con cantieri sparsi per tutta l’Italia e nel mondo ,USA compresi.

STX : storici cantieri navali francesi appoggiati alla foce della Loira a Saint Nazaire dal 1861.

Base dei sommergibilisti tedeschi ed italiani durante l’ultima guerra oggetto di un rocambolesco attacco di sommozzatori inglesi. Insommma, che piaccia o no è una località che sta nel cuore dei francesi.

Approfittando  di una crisi finanziaria  di   STX  , Fincantieri ha fatto la sua offerta di acquisto  per tentare di guadagnare la maggioranza azionaria.

Tutto è andato bene sino al punto in cui , concluse le trattative tecnico-finanziarie, avrebbero dovuto intervenire i Governi di Francia e Italia per risolvere il problema sotto l’aspetto politico.

In particolare il cosiddetto governo italiano avrebbe dovuto farsi parte diligente non lasciando il gioco in mano ai francesi.

Francesi che , grazie al fatto che Macron , bello o brutto che sia , è ben conscio di essere lì solo per fare gli interessi della Francia ( come è giusto), hanno sovvertito il peso del potere , offrendo sì la compartecipazione dei settori civile e militare ( in aggiunta), ma con il 51% in salda mano loro.

I nostri genii si son fatti beccare “con i calzoni in mano “ come esemplifica un vecchio detto militare e grazie alle grandi capacità linguistiche e di relazioni internazionali possedute dal misirizzi Angelino Alfano siamo nella palta sino agli occhi

Ragazzi , ma questo è proprio un governo di sfigati che passano dal grande successo di tre anni di non governo ad un inutile referendum, regolarmente perso, alle continue sberle ricevute in faccia anche dal popolo delle foche al fallimento della politica di immigrazione , fallimento sotto ogni aspetto,  sia per i sostenitori dell’immigrazione sia per i sostenitori della non immigrazione.

Se esaminiamo il curriculum di ogni ministro, e perfino della presidentA (p minuscolo e A maiuscolo voluti) ci accorgiamo che nessuno ha le caratteristiche per fare neppure il fattorino .

Per il quale mestiere, infatti, si richiede una certa intelligenza e ,sopratutto, prontezza.

Si rendono conto, i genii della politica alla perecottara che le grandi aziende italiane hanno chiuso o hanno trasferito la loro base operativa all’estero? Perfino l’ENEL? Perfino Finmeccanica che , dallo splendore di dieci anni fa sta scendendo in picchiata come uno Stukas, grazie al massiccio ingresso di politici nei maggiori posti di comando.

Ma loro no, loro hanno in testa i problemi dei gay, dello jus soli, del “che cosa ne pensa l’Europa” relativamente all’immigrazione che ci assilla, ed ora perfino dalla supercolta Fedeli, il liceo”corto” .

Loro hanno solo in testa “che cosa farà , o che cosa dirà Renzi ?” considerato nel mondo intero uno dei massimi tromboni viventi.

Il pensiero costante è come dare addosso a Trump che li ha appena rattristati con il suo unanime successo all’ONU ( condanna ed incremento delle sanzioni alla Corea del Nord) nonché con una disoccupazione del 4.5% ( fondamentale obbiettivo di ogni Governo USA), nonché con una borsa effervescente.

Poveri tromboncini i giornalisti ed i politici italioti.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. lombardi-cerri says:

    Signora Caterina, lei ha un bruttissimo difetto, rispetto a chi ci governa e sfrutta: lei ragiona ! Gravissimo!

  2. caterina says:

    governi e parlamento italiano sono zero, anzi da Napolitano in poi sotto zero… speriamo che le capacità imprenditoriali italiane vere se la cavino da sole e sopravvivano dovunque riescissero a farlo… già tanto la Fincantieri non poteva fare sottomarini a Marghera, e non so se l’ha mai tentato dove ha cantieri con fondali adatti che all’Italia non mancano…
    E’ il principale mercato di guerra, sempre all’occorrenza per carità, ma …si pacem vis para bellum… vale in tutti e in tutti i tempi.

    • caterina says:

      mi rileggo…e correggo: vale in tutti i luoghi e in tutti i tempi… dove i luoghi ovviamente sono gli stati e i popoli che vi risiedono…

Leave a Comment