Finanziaria, Martini (Grande Nord): Schiaffo al Nord e altri soldi bruciati al Sud

soldi aiutodi DEMETRIO RELA – Manovra fiscale, poco fiscale per una parte del Paese dove gli sconti non mancano mai. Ed ecco infatti apparire, ancora una volta, bonus, sussidi… mentre le stesse regioni protagoniste di grandi sprechi, premiano i loro forestali, quelli dell’isola madre degli incendi dolosi.
“Il varo della manovra economica appena presentata dal Governo costituisce l’ennesimo schiaffo al Nord. L’esecutivo ha costruito un provvedimento pre-elettorale per garantirsi il solito bacino di voti dall’Italia che non funziona.
Saltano agli occhi i provvedimenti come il bonus per le assunzioni esclusivamente al sud e l’aumento della platea che riceverà, per basso reddito dichiarato, il cosiddetto reddito di inclusione che sappiamo già dove andrà a finire.
A fronte di tutto ciò la Regione Sicilia annuncia orgogliosamente lo stanziamento di 40 milioni di euro per finanziare gli aumenti contrattuali della pletora del suo esondante numero di dipendenti tra dipendenti della Regione, enti regionali e forestali.” Queste le dichiarazioni di Francesca Martini, fondatore di Grande Nord con Bernardelli e Reguzzoni, intervenendo in merito al dibattito sulla manovra.
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. giancarlo says:

    Non posso negarlo, visto i risultati di quando il Berlusca era al governo.
    D’altronde è sperabile che la coalizione del centro-destra veda Forza italia minoritaria rispetto alla Lega.
    Almeno si porti a casa l’autonomia del Veneto e della Lombardia.
    Da Veneto vedo nella scarsa partecipazione dei lombardi un aiuto al Veneto.
    Infatti il Veneto con il suo risultato ha buone possibilità di ottenere quasi tutto. D’altronde meglio dare il 50& ( 10 miliardi) al VENETO) e meno molto meno quasi niente ( 25/30 miliardi) alla Lombardia.
    E’ un discorso egoistico il mio me ne rendo conto, ma siccome i numeri qualcosa contano ancora in questa italietta dello stivale è probabile che ci sarà una distinzione tra Veneto e Lombardia.
    Vedo poco probabile per chiunque sia al governo concedere i 20 miliardi al Veneto e i 55 alla Lombardia…..
    sarebbe il DEFAULT immediato dell’italia.
    Aggiungo e ribadisco quello che ho già scritto in altro commento che senza autonomia finanziario-fiscale e la possibilità di gestire noi le scuole di tutti i gradi e le Università l’autonomia resterebbe monca se non inutile. Quindi delle due l’una circa l’aspetto finanziario. O ci concedono l’autonomia fiscale, quindi poter agire sulla leva fiscale abbassando le tasse o ci lasciano almeno il 50% di quello che ogni anno VENETO e LOMBARDIA regalano allo stato centrale che poi sappiamo come li spende…sperpera.
    WSM

  2. giancarlo says:

    Nulla cambia mai in questa italietta dello stivale.
    Finalmente l’autonomia del Veneto e della Lombardia farà un gran bene non soltanto al Nord, ma anche al centro e Sud, isole comprese, perché è ora di finirla con la politica delle banane.
    Questo PD è deleterio per tutti alla fine della storia.
    Noi dobbiamo cambiare la storia e vedere il PD finire al 10-15% perché è chiaro ormai che è un partito diventato inutile per il futuro del bel paese…………..
    WSM

Leave a Comment