Fiat: Fitch taglia rating a BB- e outlook negativo

di REDAZIONE

L’agenzia di rating Fitch taglia il rating Fiat a BB- con outlook negativo: colpa della debolezza del Lingotto in Europa – spiega – ma anche dei tempi lunghi dei risultati attesi dall’ultimo piano strategico. Nota positiva per la casa torinese quella relativa agli ordini della 500L, prodotta in Serbia: oltre 38.000 in cinque mesi. E’ l’unico modello del suo segmento che cresce in Europa. Giovedì a Torino e’ atteso un nuovo round – dovrebbe essere quello decisivo – sul contratto degli 80.000 lavoratori del gruppo, dopo la nuova interruzione della trattativa venerdi’ scorso.

Il nodo e’ l’ammontare del premio di risultato, pari a 103 euro nel 2012 e che la Fiat vuole legare alle presenze. Il taglio del rating sul debito a lungo termine annunciato oggi da Fitch segue quello sul corporate family rating da parte dell’altra agenzia internazionale Moody’s nello scorso ottobre. Una decisione che ”riflette soprattutto – spiega Fitch – la persistente debolezza dei risultati della sola Fiat (senza Chrysler) in particolare in Europa e la nostra idea che l’ultimo piano strategico sia soggetto a rischi sostanziali di esecuzione e richieda anni prima di dare frutti, sempre che i clienti reagiscano positivamente”.

Infine ”la probabilita’ di ulteriori uscite di cassa per aumentare la quota di Fiat in Chrysler e per accedere la cassa della seconda”. Su quest’ultimo fronte gli analisti di Fitch temono che ”l’aumento della quota in Chrysler, finanziata dalla cassa esistente, possa indebolire la liquidita’ del gruppo”. L’outlook negativo poi ”riflette le incertezze sull’ammontare degli investimenti per finanziare la crescita e aumentare la quota di Fiat in Chrysler, cosi’ come sulle modalita’ per finanziare tali flussi di cassa”. Sul fronte industriale la Uilm annuncia l’investimento della Magneti Marelli a Bar per produrre un cambio elettronico inizialmente previsto in Slovacchia.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment