Fermate l’Apecar! E’ un pericolo per l’incolumità pubblica

di TONTOLO

Quando ho letto la notizia che allego a seguire, son subito corso ad abbracciare la mia indistruttibile “Ape-cross” gialla e blu, che da qualche anno mi accompagna su è giù per le valli senza perdere un colpo. Leggete un po’ anche voi? “Il furgoncino Ape, considerato il simbolo del risveglio di Taranto, il mezzo su cui sono saliti gli operai per interrompere la manifestazione dei sindacati il 2 agosto a Taranto, domani – che è venerdi –  non potrà essere presente al corteo. Il questore di Taranto che ha vietato la protesta in programma, giorno dei rappresentanti del Governo in città, vicino alla prefettura ha anche interdetto l’utilizzo del mezzo”.

E volete sapere perché l’han vietato? Ecco qua la ragione: “Il nostro Apecar viene definito nell’ordinanza un pericolo per l’incolumità pubblica. L’Apecar – si legge dalle agenzie – è considerato “il blindato operaio”. Vacca pulenta, l’Apecar – la mia è truccata e non pago il bollo perché è la versione antistatalista e indipendentista – è diventata una specie di “arma di distruzione di massa”.

Non poteva, del resto, che essere così! Non mi meraviglio però. Nel paese in cui governano Pulcinella a branchi, in cui esistono ministri della Pubblica Ignoranza e dicasteri retti da analfabeti di ritorno, un triciclo a motore non può che diventare pericoloso, ergo da vietare. Mentre, invece, le bande di parassiti che sguazzano tra Camera e Senato vanno osannati, i presidenti della repubblica che richiedono rimborsi dei voli maggiorati vanno rispettati, i boiardi di Stato che guadagnano (senza aver mai lavorato) decine di migliaia di euro all’anno debbono essere riveriti. Fratelli d’Itaglia! Sarebbe troppo lungo l’elenco dei malanni di questa penisola di straccioni più interessata alle vittorie della nazionale di calcio che al buon senso, ma dopo aver letto che anche la mia “Ape” è uno strumento pericoloso, beh, posso finalmente dire di essere anche io un “rivoluzionario armato”. Hasta la fregnaccia siempre!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. sciadurel says:

    Tontolo Santo SUBITO!

  2. Giampi says:

    Ahahahahahaahhh,assurdissimo, ahahahaahahahahah!!!!
    Tontolo, hai provato a dirgli che avevi tolto il pungiglionre velenoso dall’ape?????, Assurdo, assurdo e assurdo, anzi di ++++++++!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    tornando ad essere seri, @ Dan:
    io ti capisco, a settembre faccio 18 anni di assunzione in una fabbrica della provincia di Torino (la ex Carrozzeria Bertone, ora F.G.A. Grugliasco); ebbene, + di 11 anni li ho passti, e li stò passando, in C.I.G.; oddio, meglio quella che disoccupato, però la mia dignità m’impone di volere e potere guadagnare ciò che mi viene dato!!!!!!!
    Perciò attenti ai futuri sviluppi: non vi serve a niente continuare a lavorare e, al contempo, inquinare l’aria e la terra nella quale voi stessi vivete, sarebbe una cosa folle!!!!
    Cercate, per quanto possibile, di salvare capra e cavoli, lo sò, è difficile, ma non è impossibile, d’altronde a che potrebbe servirvi guadagnare soldi che, un domani, rischiereste di dover spendere per curarvi da qualcosa di brutto che voi stessi avete contribuito a creare, oltretutto in maniera consapevole????

    • Dan says:

      Considera una realtà molto semplice: che prima o poi qualche brutta malattia te la prenderai comunque e quel giorno i soldi ti serviranno. Se te li hanno portati via nel nome di una cosa piuttosto che un’altra sei finito in ogni caso.
      Per quanto vero che l’ambiente va preservato è veramente curioso che ci si accorga adesso di un problema che va avanti da cinquant’anni.

      • Penati il filantropo says:

        Ma che razza di ragionamento da troglodita stai facendo?
        Allora visto che tanto devi morire allora ti sparo così ti evito di spendere soldi e di soffrire.
        Ma dove vivi nella caverne?
        Ma chi sono i tuoi amici: le pecore?

        • Dan says:

          Scommetto che tu non sei un operaio del ilva e neanche lavori nel suo indotto quindi a te, se diecimila e più persone finiscono in mezzo ad una strada te ne strasbatti, giusto ?
          Un altro frocio col culo degli altri.

  3. ulisse says:

    Ma neance in macchina? Ma è vero che non si può anche accere in bici nella ZTL di taranto? Ma esiste una ZTL a taranto?

  4. oppio 49 says:

    Tontolo, meno male che ci sei e sei insostituibile: forse però hai fatto un errore. cito testualmente: “Sarebbe troppo lungo l’elenco dei malanni di questa penisola di straccioni” ma forse volevi dire “Sarebbe troppo lungo l’elenco dei MAIALI di questa penisola di straccioni”. ciao

  5. Marco says:

    ahaha mi compro un’ape anch’io SUBITO !!!!

  6. Dan says:

    Gli operai domani dovrebbero semplicemente sbattersene dell’ordinanza del prefetto e presentarsi a migliaia con un cartello solo, un messaggio soltanto: “rubateci il lavoro e per voi finisce molto male”.
    E ci provi la prefettura a mandare i manganellatori se vuole anticipare le cose

Leave a Comment