Federalberghi, turismo in salita, flessione del 15,6%

di REDAZIONE

Il 2014 parte in salita per il turismo italiano. Il giudizio negativo e’ del presidente di Federalberghi, Bernabo’ Bocca, alla luce dei dati sui consumi turistici per l’Epifania, che mostrano una flessione del 15,6% degli italiani in vacanza rispetto a gennaio 2013. Secondo un’indagine realizzata da Federalberghi con il supporto tecnico dell’istituto ACS Marketing Solutions, 1,8 milioni di italiani (contro i 2,1 milioni del 2013) trascorrera’ la festa fuori casa e di questi il 95% restera’ in Italia.

La spesa media e’ prevista in calo del 20%: 396 euro contro i 494 dello scorso anno. “Dopo un andamento piuttosto deludente del movimento turistico degli italiani a Natale e Capodanno, nonostante il calendario faccia cadere l’Epifania di lunedi’, un numero minimo di italiani, e per giunta in flessione del 15,6% rispetto al 2013, trascorrera’ la ricorrenza fuori casa, per un segnale che interpretiamo con preoccupazione per l’anno nuovo appena iniziato”, commenta Bocca. “Del totale dei viaggiatori – aggiunge Bocca – 1,3 milioni partiranno esclusivamente per quest’ultimo week end festivo, mentre dei restanti turisti 261 mila hanno iniziato la loro vacanza a Natale ed altri 237 mila sono fuori casa da Capodanno”. L’alloggio preferito sara’ la casa di parenti o amici nel 37% dei casi, seguito dall’albergo col 26%.

La durata media si attestera’ sulle 2,4 notti e la spesa media si attestera’ sui 396 euro che generera’ un giro d’affari di circa 515 milioni di Euro. “All’avvio del nuovo anno – conclude Bocca – ribadiamo come Governo e Parlamento debbano decidere immediatamente una strategia comune per far rivedere la luce ad uno dei settori maggiormente trainanti l’economia nazionale e confidiamo che il tanto annunciato decreto ‘valore turismo’ possa contenere le ricette giuste per dare risposte concrete alle imprese ed al mercato”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment