Fronte Indipendentista Lombardia: a Varese il libro “Umberto Magno”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Sabato 10 novembre 2012 alle ore 16, presso l’Hotel Ungheria in Viale Borri 98 a Varese, verrà presentato il libro di Leonardo Facco “Umberto Magno”. Il segretario del Fronte Indipendentista, Piergiorgio Seveso, modererà l’incontro, stimolando l’autore e relatore a compiere nel modo migliore la narrazione storica delle vicende umane e politiche di Umberto Bossi.

Ora che l’era bossiana sembra, per così dire, conclusa, ci sembra giusto farne un bilancio spassionato e preciso, serrato e senza sconti, per mostrare sino a che punto Bossi abbia condizionato e sfavorito lo sviluppo dell’indipendentismo, nelle terre di lingua italiana. Lontano anni luce dalle apologie dei suoi fedeli e dalle caricature interessate dei suoi avversari, la conferenza intende, attraverso un’analisi precisa del testo di Facco, fornire al pubblico presente e all’opinione pubblica varesina gli elementi interpretativi più adeguati per avere un quadro complessivo fedele e veridico sulla sua figura.

Tra gli scopi che il Fronte si è sempre prefisso in ambito culturale c’è anche lo smantellamento sistematico degli idoli del “politicamente corretto”, in questo caso del “leghisticamente corretto”: si tratta quindi di un contributo revisionistico necessario, prima che si sedimenti una versione favolistica e “mitologica” sulla figura di Umberto Bossi. Se il Fronte, nella sua precedente gestione, ha vissuto l’equivoco di un rispetto “reverenziale” verso questa discussa figura politica varesotta, ora invece può puntare direttamente lo sguardo verso il centro del buco nero leghista, grazie all’ottimo libro di Leonardo Facco.

Roberto Marcante – Luca Fumagalli – Piergiorgio Seveso
Ufficio politico Fronte Indipendentista Lombardia

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. gigi ragagnin says:

    è da un bel po’ che il libro di Facco è in giro …

  2. gio says:

    Questi non erano quelli che in Cattolica facevano apologia di TISO come di modello di indipendentismo e appendevano cartelloni pro-Hizbullah e pro-Iran?

    FACCO VERGOGNATI DI FARTI VEDERE ASSIEME A GENTE SIMILE!

  3. caterina says:

    E’ sempre bene fare chiarezza, per non ripetere gli errori!
    I Veneti abboccarono all’amo, ob torto collo, ma qualcuno fece anni di prigione… il campanile di San Marco vide poi i battesimi in laguna, quasi uno smacco. A che pro?
    Ma ci stiamo riprendendo, avanti tutta!
    Comprerò il libro di Leonardo.

Leave a Comment