Ex operai Alfa: in Expo “riciclato” di tutto tranne che noi. Nessun politico del Nord replica?

di GIULIO ARRIGHINIexpo

Se dici Expo pensi inevitabilmente alla vicenda giudiziaria che ha infangato l’evento. Una banda di corruttori, riciclati dalla prima repubblica, col vizio delle mazzette, e poi infiltrazioni, arresti. E non è ancora finita, a quanto pare. C’è qualcuno che grida:  “non mi interessa la Padania libera se chiudono le fabbriche”. Bene. Ecco allora su un piatto d’argento una possibilità di riscatto.  Una cinquantina di lavoratori licenziati da Innova Service, la società che si occupava della manutenzione sull’area dell’ex Alfa Romeo di Arese (Milano) sono entrati nella sede operativa di Expo 2015 a Pero, per chiedere un incontro con il commissario unico dell’Esposizione universale, Giuseppe Sala. I lavoratori, ex operai Fiat ricollocati nell’azienda di servizi che poi ha cessato le attività, hanno chiesto di “poter lavorare” nella attività produttive sull’area, interessata in parte dal progetto per la costruzione di un parcheggio per Expo 2015.

Cani e porci, e noi?

“Stanno buttando giù gli stabilimenti dell’ex Alfa Romeo per costruire un parcheggio e un centro commerciale – ha spiegato Corrado Delle Donne, coordinatore dello Slai Cobas – e intanto lasciano a casa i lavoratori. Chiediamo un impegno da parte di Expo 2015 – ha proseguito – e rimarremo in presidio fino a quando Sala non accetterà di incontrarci”.

Davanti alla desertificazione industriale che avanza, davvero Expo è quel volano che serve per la ripresa e lo sviluppo? Davvero è quell’Eldorado per tirar fuori dalle secche chi è stato centrifugato fuori dal mercato del lavoro? Attendiamo una anche seppur flebile risposta dagli amministratori lombardi, dai segretari di partito lombardi, compresi quelli che si preoccupano del destino industriale e del manifatturiero di casa nostra. Cos’hanno gli ex operai Alfa di diverso da quelli finiti in galera per corruzione, concussione e altro per i lavori di Expo? Parecchio, ci pare. Vogliamo punire sempre gli onesti o c’è il timore di non saper rispondere?

Segretario Indipendenza lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment