Evasori ed euroscettici nel mirino dei “Servizi segreti” dell’Unione europea

di MAURO MENEGHINI

I servizi segreti dell’Unione europea potranno perseguire i contribuenti e gli avversari dell’euro. Una delle costruzioni politiche più importanti di Wolfgang Schäuble sta per entrare in funzione: un servizio segreto che, finanziato con 230 milioni di euro dei contribuenti, controlli i cittadini europei. Con ciò si dovrebbe combattere il terrorismo. Ma anche filtrare demagoghi e euroscettici. Essenzialmente le truppe create dovrebbero esser impiegate quando gli stati indebitati decideranno di rafforzare la lotta agli evasori.

L’Unione Europea ha quasi completato la creazione dei servizi segreti prepostI al controllo di tutte le attività dei cittadini europei. Uno dei padri di questo progetto è il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble e l’altro, annotatevi bene il nome, Frattini. Naturalmente, il servizio segreto dovrebbero controllare esclusivamente i movimenti terroristici. Questa la tesi ufficiale.

In realtà la nuova creazione può comprendere molte più attività: da chi non ha la stessa opinione agli euroscettici agli evasori fino ai demagoghi. L’UE ha in questa maniera creato i presupposti per assicurarsi un controllo inevadibile sui cittadini. Cosa che fin ora con i servizi d’informazione nazionale era facilmente eludibile. Ora Bruxelles ha assunto 1.300 collaboratori. Messo a disposizione 230 milioni di euro per assicurarsi che il progetto venga completato.

Questo è previsto. I servizi segreti saranno suddivisi in sei dipartimenti: Europol e Frontex verranno affiancate da altre quattro unità d’informazione, Intelligence Analysis Center (INTCEN), il Satellite Center, il Intelligence Directorate e il Situation Room. Queste dipenderanno dal “ministero degli esteri” (EAD). Ma in particolare il cuore della struttura dei servizi segreti sarà l’ Intelligence Analysis Center. L’idea di questa struttura così efficiente è stata di Wolfgang Schäuble che per molti anni ha ricoperto l’incarico quale ministro degli interni del governo tedesco.

Durante la presidenza tedesca della UE nel 2007 Wolfgang Schäuble costituì il gruppo denominato Future Group. Allora, ministro degli interni propose la interconnessione e la cooperazione fra polizia, corpi militari e servizi segreti a livello europeo. Questo lo si apprende da quanto riportato da Michael Monroy/ Andrey Hunko del gruppo degli europarlamentari di sinistra sul sito netzpolitik.org. I componenti del Future Group sono l’ex vicepresidente della UE Franco Frattini, l’ex ministro degli interni portoghese, sloveno, francese, svedese e ceco oltre naturalmente a Wolfgang Schäuble. Il gruppo dovrebbe ad esempio procedere “a consigliare interventi e provvedimenti riguardante la politica interna europea dal 2010” Questo quanto reso pubblico nei comunicati stampa d’allora.

In occasione di un secondo incontro il tema fu “Fusione della sicurezza esterna ed interna”. La discussione riguardò oltre ai principi giuridici (come la riservatezza dei dati) in ambito terroristico e sicurezza un miglior coordinamento delle forze militari, di polizia e di protezione civile. Gli atti dell’incontro del Future Group vennero anche pubblicati. Al punto 46 si legge: “Concludiamo sostenendo che il gruppo necessita di migliori condizioni quadro per un migliore lavoro dei corpi di polizia da ottenersi rafforzando l’Europol, mediante lo scambio costante di dati ed informazioni ed in particolare mediante l’integrazione dei mezzi tecnologici e d’informazione dei corpi di polizia”.

Il centro di spionaggio europeo (INTCEN) ha pertanto ad oggi i seguenti compiti. “L’EU INTCEN produce delle valutazioni basandosi su tutte le fonti d’informazione. Annualmente l’EU INTCEN crea circa 200 rapporti riguardante argomenti strategici e 50 rapporti speciali oltre che a briefing. A chi siano destinati tali documenti lo decide il titolo stesso delle valutazioni a seconda si tratti di organi o paesi presi in considerazione nei vari rapporti dell’EU INTCEN. La maggior parte sarà comunque a disposizione delle più alte cariche dell’UE, oltre alla direzione della EAD, Commissione europea e i Paesi dell’Unione europea (PSK) su cui verrà riportata la dicitura “Da prendere in considerazione solo se necessario” e con la dovuta cautela.

I servizi d’informazione vengono ora ulteriormente ampliati “L’INTCEN potrebbe ora diventare un organo civile-militare permanente”, così ha risposto il Governo tedesco ad una precisa domanda, questo sempre riportato da netzpolitik.org. Fino ad ora i servizi d’informazione di Bruxelles hanno raggiunto la dimensione di uno Stato come l’Austria. Insomma devono prestarsi affinché l’integrazione dell’Unione Europea avvenga senza incidenti. E negli anni prossimi avrà un ruolo chiave per combattere l’evasione fiscale. Così hanno deciso al G20. Gli Stati dovranno scambiarsi tutti i dati fiscali.

Comunque può accadere che non tutti i dati siano riportati dai corrispondenti uffici tributi. Per gli iperindebitati Paesi dell’Unione Europea avere a disposizione dei servizi d’informazione che aiutino nel recuperare delle tasse, è certamente un ottimo investimento. Tanto vengono pagati alla fine con i soldi di coloro che vengono controllati. Ora il sistema sta mostrando il suo vero volto.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

28 Comments

  1. Troll Troll says:

    a tutti i bottegai veneti che ora devono pagare le tasse: non inventateviil Nuovo Ordine Mondiale, su, su.

  2. luigi bandiera says:

    Ce ne e’ un’altra che mi sembra palese ma mai vista dagli addetti ai lavori: non esiste un servizio secreto per fermare le rapine in villa e non solo. Ovviemente, per prevenire e non curare dopo e sicuramente molto male viste le sentenze dai buonisti.

    I servizi segreti sono lì per tenerci sotto “osservazione”, come si fa con i malati dei manicomi, e non per tutelarci.

    Poi servono per giustificare la presenza delle forze dell’ordine pronte a scattare se ci si ribella da questo andazzo.

    Appena succede un fatto di cronaca nera i cittadini, intervistati, rispondono sempre: mancano i carabinieri o la polizia. Agenti insomma che ci difendono.

    Beh, ci sono ma arrivano dopo che e’ successo il fatto. Quindi a che servono se non intervengono prima..??

    Come con gli invasori, se non si fermano prima che partano, poi e’ tardi..!! E’ troppo tardi dopo e cioe’ quando sono sbarcati.

    Ma il solito dira’: non bisogna fasciarsi la testa prima di prendere la botta.
    E allora che ci mettiamo il casco a fare..??
    E la cintura di sicurezza..?

    Come si puo’ ben notare il tutto gira per creare DISORIENTAMENTO nelle persone.

    Poi aggiungete il “lavoro” PSICOLOGICO ed il popolo cosiddetto italiano e sovrano, costruito contro voglia, se non e’ plagiato kome kax e’ trattato..?

    Basta itaglia ..!!!

    itaglia bastaaa..!!!

  3. michela verdi says:

    Il terrorismo è la scusa per devastare la libertà.
    Era solo questione di tempo. Lo statalismo di questi burocrati mira a creare un superstato a livello continentale. Solo i ciechi non l’avevano visto. Ma se lo sentivano anche loro.

  4. michela verdi says:

    Era solo questione di tempo. Lo statalismo di questi burocrati mira a creare un superstato a livello continentale. Solo i ciechi non l’avevano visto. Ma se lo sentivano anche loro.

  5. Carlo De Paoli says:

    TERRIFICANTE, MA ALTAMENTE VEROSIMILE IL GENERE DI DITTATURA CHE VOGLIONO INSTAURARE SUL MONDO!

  6. luigi bandiera says:

    Purtroppo, l’i_taglia ma tutta l’URKA, da sistema nazifascista e’ passata al piu’ sincero KOMUNISMO tanto ke la possiamo definire la sekonda URSS post bellika. Infatti e per l’appunto: URKA. Unione delle Repubblike Kattokomuniste Afroasiatike. (L’asia e’ qui… l’islam e qui… direbbe la carramba che non sorpresa della Carra’).
    Vero Tontolo..?

    E prima c’erano le SS nazifasciste e adesso le SS del KOMUNISMO che nasce in KST. Cambiano i termini ma il risultato e’ lo stesso: le SS.

    Cambiera’ il modo di operare o di presentarsi ma sempre SS saranno. Avranno lo stesso FINE..? Direi di SI..!

    Sotto queste “demokrazie” sei “libero” di pensarla kome vuoi: quando non sei nessuno.

    Pero’, non appena superi una certa soglia, vedere ieri la lega nord e oggi il M5S, sei insultato e combattuto dal sistema. La chiamano istituzione demokratika.
    Opera per il “BENE DEL PAESE”.
    Berlusconi no per esempio. Infatti lo stanno faccendo fuori e ma anche dentro.

    Il sistema komunista e’ per sua natura IKONOKLASTA per cui kambiera’ tutto, perfino i sessi e il lessiko.

    E in questi ultimi tempi, oltre ke introdurre molte parole inglesi, hanno kambiato e inventato (furbescamente e truffaldinamente) certi termini che sembrano parole usate nelle piu’ note favole raccontate ai bambini a fin di bene, LORO pero’.

    Chiamano qua gli afrikani per dirci come dobbiamo pensare perke’ si sono ackorti ke la pensiamo “molto male” e ma soprattutto diventiamo sempre piu’ numerosi a pensarla alla INDIPENDENTISTA MANIERA.

    E se ti ribelli a quello ke ti dice el negro zumbon (Silvana Mangano) puoi finire in galera, se le tue affermazioni sono “GRAVI” ed OFFENSIVE” (legge ad personam Mancina). Scatta immediatamente, infatti, la trappola (per topi) o repressione o campagna (bomba) psikologika del diritto romano. Dicono sia er mejo der monno.

    Insomma, quelli che la pensano diversamente vengono passati al settaggio demokratiko fin che questi oppositori, si fa per dire, per ora nel pensarla, non tornano ad essere una forza senza forza cioe’: innocenti e mansueti come un agnellino ma soprattutto di un numero veramente decimale.

    Si deve evincere ke il KOMUNISMO E’ IL BENE ASSOLUTO, il resto deve e sara’ FECCIA per cui da KOMBATTERE anche rabbiosalmente oltre ke kon tutti i mezzi.

    Questa e’ e sara’ la NUOVA CIVILTA’..!

    Gli evasori per DOVERE (se no rischi la pellagra) sono i RIBELLI DEL SISTEMA e vanno kombattuti e senza pieta’.

    Oggi abbiamo la socioterapia poi l’azione di forza.

    Amen

    PS:

    e pagate sto kax di pizzo, no..?

  7. outofeurope says:

    La fine e’ vicina…e il popolo completamente plagiato.
    Dosi massicce di bromuro, unitamente a calcio e porno, hanno completatato l’opera di alienzaione dell’Uomo occidentale

  8. Gustavo Massoni says:

    Penso proprio che nell’Apocalisse di Giovanni, la distruzione di Babilonia l’immonda non sia Roma ma Bruxelles…

  9. Cesira says:

    Gran brutta storia quella di una polizia di repressione fiscale europea.Molto preoccupante anche se non evado un centesimo essendo una dipendente part time.

  10. Sandrone says:

    Eppure basterebbe poco.

    Che tutti i piccoli imprenditori, dal bar all’angolo al carrozziere, accettassero il pagamento in dollari USA.

    Od in franchi svizzeri. Che in Lombardia sarebbe pure più facile!

    Nel giro di sei mesi il carrozzone europeo comincerebbe a tremare come un pioppo!

    • Dan says:

      Basterebbe ancora meno: smettere di pagare, smettere di mantenerli e chiaramente respingere con ogni mezzo i tentativi di sequestro.

  11. Roberto says:

    Da quando in qua il recupero dell’evaso lo devono fare i servizi segreti? Questa è dittatura.

    • Dan says:

      Evidentemente sanno già che le tasse aumenteranno a dismisura e presto la gente si organizzerà per mandarli tutti a dare via il culo in maniera tutt’altro che pacifica.

      Il passo successivo probabilmente sarà il bombardamento a tappeto di città e quartieri abitati da “evasori”

  12. cincinnato veneto says:

    Arriva l’E.U.R.S.S.
    Come diceva il dissidente sovietico bukovsij
    O forse è già arrivata

  13. Allmore says:

    E’ un articolo molto inquietante, che dimostra ancora una volta in più, l’enorme strapotere della cupola del Bilderberg, nel porre sotto controllo ogni governo dell’ambito euro.

    Siamo un’enorme massa di gente, posta sotto l’assoluto volere di un manipolo di onnipotenti, che decidono le nostre sorti in totale segretezza e omertà.

    Una ragione in più, un domani indipendenti, per uscire dalla zona euro e stampare moneta propria nazionale, sotto il controllo dello Stato con vincolo assoluto e inimpugnabile della sovranità popolare per democrazia diretta.

    Con l’istituzione di questa polizia di controllo comunitario, siamo all’inizio del nuovo ordine mondiale ?

    http://www.risurrezionemeridionale.net/site/Osservatorio-Politico/pericolo-bilderberg.html

    La cosa odiosa è che per propria ignoranza, molta gente ritiene che queste deduzioni siano in similitudine alla fantascienza o alla fantapolitica.

    La realtà è molto più drammatica di quanto appare.
    La globalizzazione serve a tramutare il popolo mondiale in una moltitudine di schiavi inconsapevoli.

  14. Giseppe says:

    Se si vuole un’integrazione europea mi sembra normale che queste funzioni vengano integrate, per quanto riguarda le tasse…..se le paghi che te frega? Credo che bene o male cerchi di ricalcare il modello FBI americano.

    • Allmore says:

      Spiacente di dirtelo con franchezza, ma tu di quanto voleva sottendere l’autore dell’articolo, non hai capito nulla.

      Con tutto rispetto, s’intende.

    • pierin says:

      esatto se paghi le tasse che ti frega pagare per farti controllare una volta in piu. e pagare permantenere un infinità di parassiti. l importante è pagare sempre tutto

    • Fabrizio says:

      1 ) I servizi segreti dell’Unione europea potranno perseguire i contribuenti e gli avversari dell’euro.

      Quindi, se il Paese Eu unita nasce democratico, allora potrebbe dover anche permettere di dissentire sul ‘Euro. Quindi, la Ue non è un Pase che nasce democratico, e tanto meno, un Paese che vuole l’ Integrazione.

      2 ) L’Unione Europea ha quasi completato la creazione dei servizi segreti preposti al controllo di tutte le attività dei cittadini europei.

      Quindi, se la sicurezza riguarda la lotta a terrorismo, si presuppone che il controllo di tutte le attività sia rivolto in via prioritaria verso i cittadini extra Eu.

      3 ) Quindi, anche in questo caso la Ue non nasce come un Paese democratico, ma come uno Stato di polizia dedito alla priorità sulla lotta all’evasione fiscale.

      Concludendo : i cittadini dei singoli Stati, hanno sempre saputo che l’Europa sarebbe nata come Paese anti democratico. Oggi invece, si devono convincere che una minoranza antidemocratica vuole costituire uno Stato centralista sovranazionale unico. La crisi economica che stiamo sopportando, è nata per impoverire gli Stati e costringerli a partecipare all’unione europea contro le loro volontà.

      • Dan says:

        La domanda che bisogna porsi è cosa intendono loro per terrorismo.

        Per me terrorismo è la paura di scendere in una metropolitana e poi questa esplode perchè l’ennesimo figlio di allah s’è messo in testa che così guadagnerà 100 puttane col tagliando in mezzo alle gambe.
        In alternativa, quando non centra il fanatismo religioso, ci può sempre scappare il lupo solitario che a forza di sentirsi tradito dal proprio paese perde la testa e fa saltare delle bombole d’esplosivo davanti una scuola matando i tuoi figli.

        A quanto pare per loro queste cose non sono da ritenersi abbastanza terroristiche tanto è vero che continuano a far fluire migranti senza degnarsi minimamente di verificarne l’idoneità e la disponibilità ad integrarsi nella nostra società (piuttosto esigono che noi ci integriamo nella loro) e idem con patate non si danno abbastanza la pena a mettere un po’ d’ordine nei sistemi giudiziari dei paesi così che se da una parte siamo tutti uniti sotto la stessa moneta, per altre cose nettamente più importanti siamo lontani quanto la svezia nei confronti del centro africa.

        Diversamente il loro concetto di terrorismo sembra interessato solamente a difendere le menzogne portanti della moneta unica attaccando chi ha idee e soprattutto prove contrastanti con il loro dogma, in breve esci per strada e ti ritrovi a dover temere figli di allah, persone comuni ed i tuoi stessi pensieri perchè la psicopolizia è lì che ti osserva stile gestapo.

      • AndreaD says:

        Sottoscrivo in pieno quanto detto da Fabrizio.
        E che vengano oppure a schedarmi perchè non la penso come loro.
        Finalmente “l’agnello UE” si è tolto la maschera e si sta dimostrando per quello che è, cioè un Regime Totalitario.
        Chiamatelo Unione Sovietica oppure Terzo Reich, non importa… questo progetto è sempre stato un insulto alla libertà e più andremo avanti più sarò peggio.

      • distopia says:

        Ottima riflessione mi hai tolto la possibilità di postare!

  15. chiaraped says:

    Giorno dopo giorno facciamo la cronaca della nostra morte annunciata, strombazzata con arroganza dagli aguzzini europei. Ci osserviamo con lucidità schizofrenica mentre via via ci spogliano di diritti, democrazia, lavoro.
    La pagliacciata di ieri ha voluto ribadire il pilota automatico della repressione e le parole di Letta “abbiamo il diritto di sognare gli stati uniti d’europa” segnano per noi il dovere, costi quel che costi di “morire per maastricht”. E non si vede l’ombra di una resistenza…

  16. Albert Nextein says:

    Scelte individuali.
    Fare fieno, ed uscire.
    Fintanto che si continua a vivere in europa il potere se ne approfitterà.
    Io mi sto accingendo a liquidare quel poco che ho in previsione di portare il ricavato fuori dall’europa.

  17. Barbara Vr says:

    Fuori dall Europa subito!
    Veneto stato indipendente, e che si tengano l euro…
    Tanto sto baraccone europeo è la fotocopia del baraccone Italia…

  18. Giovanni says:

    Tutto torna, si conferma l’Europa di stampo sovietico

Leave a Comment