Evasione, vale il 10% del Pil. Abbassate le tasse e tagliate sugli statali

di REDAZIONEbankitalia

L’economia illegale in Italia potrebbe pesare per oltre il 10% del PIL, nel periodo 2005-2008. Bene, ma non è una novità. Le stime sulla quantità di moneta in circolazione “suggeriscono che l’economia illegale in Italia nel quadriennio 2005-2008 potrebbe pesare per oltre il 10% del Pil“, spiega il governatore di Bankitalia in un’audizione alla Commissione Antimafia, citando una serie di studi di via Nazionale. E quindi? I politici e i tecnici hanno studiato anche a come abbattere le tasse? Quando taglieranno e licenzieranno nella pubblica amministrazione?

Secondo Visco, se le istituzioni italiane fossero state qualitativamente simili a quelle dell’area Euro, tra il 2006 ed il 2012 gli investimenti esteri sarebbero stati il 15% in più (quasi 16 miliardi) rispetto agli investimenti effettivi nel periodo. Il governatore di Bankitalia ha definito “indispensabile” “la diffusione della cultura della legalità e della correttezza”. Ma con un Parlamento eletto con una legge fuorilegge e con la tassazione che supera il 54%, come si può pensare di ridurre la voglia di evadere per sopravvivere?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Castagno 12 says:

    A beneficio di un eventuale lettore distratto, desidero completare il punto (1) del mio precedente commento.
    La persona a conoscenza dell’episodio riguardante l’ex ministro Visco deve aggiungere (di suo) che:
    a) il Governo in carica nel 1993 si guardò bene dal radiare Visco. Primo ministro era Ciampi , ex Governatore di Bankitalia.
    b) La Sinistra non riservò a Visco neppure un rimprovero ufficiale.
    c) I “TIFOSI” dello schieramento convenzionalmente chiamato “Sinistra” (in realtà Mondialista) continuarono a votarla
    d) Molti esponenti dello schieramento convenzionalmente chiamato Destra (in realtà Mondialista anche questo) ebbero dei comportamenti riprovevoli e dannosi per il popolo.
    Ma i “TIFOSI” continuarono a votarla.
    E Berlusconi – Mondialista DOC – si è sempre ossesivamente dichiarato anticomunista solo perchè l’avversario politico disturbava i suoi problemi personali.
    Perchè il popolo ha sempre subito gli stessi danni a causa della “Sinista” e della “Destra”.
    Gli articoli, come pure i commenti, hanno la precisa funzione di suscitare riflessione, analisi e successivamente AZIONI CONCRETE, UTILI.
    Se il lettore poi non agisce, i casi sono due:
    o non vale niente lo scritto oppure NON VALE NIENTE IL LETTORE !

  2. Castagno 12 says:

    Due brevi note riguardo al problema “evasione fiscale”
    1) Vincenzo Alfonso Visco (Foggia,18 Marzo 1942), ex ministro delle Finanze (1993, governo Ciampi), quando era in carica, ebbe l’impudenza di dichiarare alla stampa: “Quelli del Nord devono smettere di criticare quelli del Sud che evadono perchè già devono pagare il pizzo”.
    Un Ministro dello Stato italiano che giustifica una evasione fiscale dei cittadini del Sud e riconosce ufficialmente un Esattore in concorrenza con lo Stato: la MALAVITA ORGANIZZATA.
    2) I Movimenti Indipendentisti e simili spieghino perchè tacciono un problema enorme e gravissimo, che ormai conoscono, e che condiziona, da anni, la percentuale della tassazione in atto:
    “Le entrate di Bankitalia PRIVATA, dovute alla emissione PRIVATA di Valuta, sono ESENTASSE”.
    L’eventuale tassazione avrebbe l’entità di una Finanziaria.
    Quindi anche gli Indipendentisti, continuamente critici (di concreto NON FANNO ALTRO) nei confronti di tutti i partiti presenti in Parlamento, riguardo a detto problema mantengono lo stesso riprovevole silenzio.
    Sarebbe questo il LORO BIGLIETTO DA VISITA ?

  3. tok says:

    Qualcuno poi ci viene anche a dire che pagare le tasse e bello….
    Certo se poi ti restano cmq in tasca soldi per vivere da re!!!!!
    Altrimenti……

  4. v4l3 says:

    Sapete una cosa?
    avete presente questi tempi difficili che ci rendono amara la vita
    con la paura di non sapere cosa sara’ il futuro?
    ebbene ci siamo sbagliati tutti!
    si e’ proprio cosi’, secondo lo stato e la sua efficientissima macchina da usura che e’ il fisco.
    Infatti , fate attenzione, per loro
    l’evasione fiscale vale sempre il 10% del pil,non e’ in linea con l’andamento economico,
    con questa situazione che porta al suicidio per disperazione,no
    e’ sempre al 10% del pil come 20 anni fa,come se ci fosse un altra dimensione parallela alla nostra.
    E’ chiaro che queste cifre e parlare del sommerso e’ solo un alibi per confondere le idee,
    e continuare a fare i propri comodi.
    VER-GO-GNA-STATO

Leave a Comment