La litania di Letta degli “dagli all’evasore” e l’harakiri collettivo

di CLAUDIO ROMITI

Dunque, anche il “moderato” premier Letta ha sentito il bisogno di emulare il suo predecessore Monti, detto lo strizza limoni dei poveri e degli straccioni, lanciando alti anatemi contro i cosiddetti evasori fiscali. Non bastava doverci sorbire da ogni pulpito politico-mediatico la ossessiva e sinistra litania del “pagare tutti per pagare meno”, il sempre più traballante presidente del Consiglio ha voluto ribadire al Paese una delle più colossali sciocchezze teoriche in circolazioni. Ed i motivi per i quali i soci vitalizi della politica del nulla battono sempre sul tasto dell’evasione sono sempre quelli: giustificare una pressione tributaria allargata folle e, eventualmente, trovare una giustificazione morale per un suo ulteriore inasprimento.

Se questi pagliacci fossero dotati di un minimo senso del pudore, dovrebbero spiegare al popolo pagatore che in pochi decenni la percentuale di risorse direttamente controllata dalla mano pubblica, e di conseguenza la tassazione reale, è sostanzialmente raddoppiata, malgrado la tanto odiata evasione fiscale. E francamente solo un clown potrebbe scagliarsi contro la valvola di sfogo del sommerso, all’interno di uno Stato canaglia che assorbe ogni anno il 55% del reddito nazionale, in gran parte prelevato dalla mungitoia settentrionale.

In realtà, che piaccia o meno, tutto ciò che sfugge alla mannaia di un fisco criminogeno aiuta a mantenere in equilibrio un sistema economico altrimenti condotto rapidamente al collasso da un crescente eccesso di spesa pubblica e di tassazione. Senza la tanto bistrattata evasione si avrebbe una accelerazione nel processo di sovietizzazione del Paese di Pulcinella, con un conseguente e generalizzato tracollo funzionale. In estrema sintesi, come dimostra una tendenza storica mai interrottasi, qualunque aumento delle entrate pubbliche -in questo caso riuscendo a stroncare alla radice ogni forma di sommerso- non ha mai prodotto un alleggerimento complessivo della pressione fiscale, ma esso ha determinato un aumento del perimetro pubblico e dei suoi enormi costi. Tutto questo con il risultato di deprimere l’efficienza e la produttività dello stesso sistema economico, a beneficio di un parassitismo politico-burocratico oramai dilagante.  E giunti sulla soglia del baratro,il perseverare nell’illusione di battere l’evasione per migliorare le cose – nei fatti aumentando ancor più il carico fiscale – non può che tradursi in una sorta di harakiri collettivo.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Dan says:

    Poniamo il discorso in termini molto semplici.

    Adesso ci sono 3 milioni (cifra at minchiam) di disoccupati e 3 milioni di lavoratori in nero. Non sappiamo se i 3 di prima si sovrappongono ai 3 di dopo però sappiamo che la “tranquillità” di poter avere una valvola di sfogo verso il lavoro nero tiene buoni i primi 3 milioni.
    Supponiamo adesso, con una magia, di poter far sparire il lavoro in nero, solo il lavoro in nero, solo la valvola di sfogo, senza però risolvere i 3 milioni di disoccupati.
    Quanti ne avremmo in giro ? 6 milioni ? Aggiungendo il fatto che costoro a differenza dei due gruppi di prima non avrebbero a disposizione alcuna valvola di sfogo perchè una “magia” riesce a controllare singolarmente ogni fantomatico lavoratore in nero, cosa succedere ?
    Dove andrebbero a sfogarsi questi 6 milioni di disoccupati ?

    (ovviamente sarebbero molti di più di 6 milioni perchè la base di partenza dei disoccupati la supera già adesso, ma per dire, 6 milioni che esplodono e fanno esplodere tutto, mi pare siano già un discreto spettacolo)

  2. FEDE says:

    LETTA E’ UN VERO PARASSITA COME MONTI IL GENIOOO DELL’ECONOMIA PER PASSARE ALLA FORNERO ALTRA GENIA INCOMPRESA MA CHE TUTTI HANNO POI COMPRESO LE RIFORME DISASTROSE CHE HA COMBINATO,DELLE BOIATE E PORCATE DIFFICILMENTE RINTRACCIABILI NEL MONDO INTERO.UNA DONNA CHE HA PENALIZZATO LE DONNE FACENDOLE LAVORARE FINO A 7 -8 ANNI IN PIU’ PER POI FARE IL SECONDO LAVORO CON FIGLI DISOCCUPATI A CASA,STIRARE FAR DA MANGIARE ETC…ETC……BRAVA FORNERO…MA HAI VERGOGNA A FARTI RIVEDERE IN GIRO?IL GOVERNO MONTI FORNERO E’ STATO IL PIU’ ODIATO DA QUANDO ESISTE LA REPUBBLICA ITALIANA.CARO NAPOLITANO HAI CAPITO COSA HAI COMBINATO?????CON LETTA NON E’ CAMBIATO NULLA.W BEPPE GRILLO LO VOLETE DISTRUGGERE MA NON CI RIUSCIRETE.

    • Miki says:

      L’ineffabile clan del marranzano (crimi-lombardi-fava eccì) spezzerà le reni anche ai five stars. Un infiltrato al giorno toglie il rivoluzionario di torno

  3. Dino Caliman says:

    Eppure da 4 anni lo sanno come risolvere la situazione,per lo meno 3 onorevoli donne e un Dott. Comm. impegnato a dimostrare la validità del sistema Svizzero ad esponenti dei PDS. Per evitare di girare sempre, a vuoto, attorno a questi problemi, bisognerebbe chiedere a tutti gli italiani se vogliono la trasparenza su tutti gli atti privati/pubblici. https://secure.avaaz.org/it/petition/Eliminare_gli_abusi_di_potere_nelle_PMI/ La telematica è asettica alle scuse di chi tiene famiglia.

  4. Andrea Pellis says:

    Ma l’harakiri è ESATTAMENTE quello di cui c’è bisogno.
    Morte allo stato ladro!

  5. Albert Nextein says:

    La mungitoia nordista deve iniziare a comportarsi come la greppia sudista.
    Cioè, lavorare il minimo indispensabile, divertirsi e pensare di più, fottersene dello stato e delle sue regole, non dare troppo peso alla politica se non per chiedere elemosine.

    Dopo un anno di una cura del genere lo stato unitario si disfa.

    Basta fare le persone attente, scrupolose, rispettose.
    Sbrachiamo completamente e mandiamo a culo il mondo.
    I soldi ce li prendiamo dove sono, e quelli che abbiamo in tasca , ce li teniamo.

    • Antonia says:

      Ottima cura per mandare finalmente al macero questa merda di stato. Io ci sto. Cominciamo a lavorare meno e a frignare di più, e lo sfacelo (che è l’unica cura possibile) arriverà prima del tempo

  6. lory says:

    cosa ne sa ? uno come Letta che non ha mai lavorato, lui poverino vive di tasse e a quelle latitudine sono in molti che non lavorano e che vivono alla grande di tasse pagate da altri. parassiti !

Leave a Comment