Eva Klotz: Papa Francesco ha tre passaporti. Perché i sudtirolesi non possono averne due?

KLOTZPapa_Francesco_Argentinodi EVA KLOTTZ – Doppelpass: Bischof schlecht informiert/ Il vescovo è male informato. in ArIm Im Zusammenhang mit der Kritik von Bischof Ivo Muser an der Möglichkeit eines Doppelpasses für die Südtiroler verweist die Bewegung Süd-Tiroler Freiheit auf Papst Franziskus, der nicht nur Doppel-, sondern Dreifachstaatsbürger ist. Er besitzt durch seine Geburt in Argentinien einen argentinischen Pass, auf Grund der italienischen Abstammung seiner Eltern auch einen italienischen und jetzt auch noch den vatikanischen.

Dies ist ein leuchtendes Beispiel dafür, dass eine Mehrfachstaatsbürgerschaft nicht spaltet, sondern im Gegenteil, etwas über Grenzen hinweg Verbindendes darstellt. Wie kann Bischof Ivo Muser dies also als etwas „Anachronistisches und Trennendes“ abtun?

Con riferimento alle critiche del Vescovo Ivo Muser sulla possibilità di un doppio passaporto per i Sudtirolesi, il Movimento Süd-Tiroler Freiheit porta ad esempio Papa Francesco, il quale non ha solo una doppia ma un tripla cittadinanza. Egli ha infatti un passaporto argentino, in quanto nato in Argentina, un passaporto italiano in quanto discendente di italiani ed un passaporto vaticano in quanto cittadino vaticano.

Questo è un chiaro esempio che la cittadinanza plurima non divide ma, al contrario, realizza qualcosa che supera i confini. Come può il Vescovo Ivo Muser ridurre tutto ciò ad “anacronistico e divisorio”?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. giancarlo says:

    Abbiamo dei politici conigli che vogliono sempre sembrare dei leoni….spelacchiati e smorti.
    Hanno sempre paura quando si parla di cambiamenti, aggiornamenti, innovazioni, etc..etc..
    Sanno che viviamo in un paese nato da guerre di conquista e non per volere dei Popoli che lo abitavano da secoli, come i Veneti. Se pensiamo che la Serenissima durò 1.100 anni, mentre l’impero romano solo 503 anni . Ci rendiamo conto di cosa stiamo parlando.
    A roma pensano ancora di essere all’epoca dell’impero ??
    Andreas Hofer, eroe, patriota Sued Tirolese lottò con tutto se stesso contro Napoleone che voleva diventare il padrone della sua terra, ma fu tradito come Gesù Cristo da uno dei suoi e dopo il carcere venne fucilato da Napoleone perché era un pericolo troppo serio per la sua volontà di espansione territoriale. Poi è arrivata l’italia, sempre con la guerra e lì finì la libertà del Sued Tirol.
    Ora, l’italia dovrà vedersela con le richieste di autonomia di VENETO – LOMBARDIA e mi dicono anche dell’E.ROMAGNA senza consultazione popolare…..i rossi non si smentiscono mai… figuriamoci poi con l’eventuale doppia nazionalità dei Sued Tirolesi. Apriti cielo. Qui si mette in discussione l’art. 5 della costituzione……” una ed indivisibile “: Figuriamoci, siamo arrivati ad approvare il divorzio, l’aborto, i matrimoni Gay, le adozioni ….etc..etc.. tutta roba di gente senza Dio né patria, perché quella loro è una patria dalle porte sempre aperte e che chiunque faccia quello che vuole. Senza accorgersene, i sinistri sono diventati dei veri anarchici, vogliono comandare loro perché solo loro possono non essere pericolosi come altri…..al contrario sono diventati dei traditori e dei menefreghisti e preferiscono aiutare le banche e non i cittadini poveri. Beh, cosa aggiungere altro. Fossi un Sued Tirolese, pur godendo di un privilegio che va contro la costituzione poiché crea, piaccia o non piaccia , una differenziazione tra gli stessi cittadini dello stesso paese,….in effetti è una contraddizione costituzionale questa, insisterei con l’Austria affinché lo facesse e che l’italia sbraiti e di dimeni, tanto la libertà dei popoli nessuno la può togliere. E’ nelle menti della gente, e le menti non si possono occupare…territorialmente !!!! Ah ah ah !!
    Par tera par mar San Marcoooo !!!

  2. lombardi cerri says:

    E’ inutile fare tanti giri di parole. Se parte il Sud Tirolo, parte il Veneto e, a ruota parte la Lombardia. Allora in terronia chi riesce più a mangiare a sbafo?

  3. RENZO says:

    Cara Eva
    che ne sa il vescovo?????
    Repetita iuvant
    Fate ciò che dico e non ciò che faccio
    Viva i Popoli Liberi
    Viva il Sud Tirol libero
    WSM

  4. Paolo says:

    Non è terra nostra e la roba degli altri va sempre restituita!

  5. giancarlo says:

    Per oltre 45 anni ho frequentato il Sued- Tirol ( Alto Adige ) è conosco molto bene la storia e la popolazione tedesca e ladina di quel territorio.
    Ho vissuto nei primi anni un periodo difficile poiché la convivenza tra italiani e Sud Tirolesi era difficile.
    All’epoca non capivo perché, ma da molti anni ho capito quello che come Veneto capisco oggi.
    Inutile negarlo, siamo popoli diversi che a causa delle guerre Napoleoniche prima e mondiali dopo ci hanno visto togliere la nostra libertà di popoli e inseriti se non catapultati obtorto collo dentro l’italia.
    Noi Veneti con 1.100 anni di storia della Serenissima e i Sud-Tirolesi da sempre facenti parte l’impero Austro-Ungarico.
    Ebbene oggi non capisco questo ” scandalo” delle doppie nazionalità o dei doppi passaporti.
    Se potessi ne vorrei 3-4 pur di non sentirmi più prigioniero di una identità che non è mai stata la mia.
    Ed allora anche se i Sued-Tirolesi avessero il passaporto o la carta di identità Austriaca quale sarebbe il problema ? Quale danno arrecherebbe ? A chi ?
    Il problema o lo ” scandalo” non sussiste e se l’Austria e i Sued Tirolesi lo faranno cosa mai potrà succedere di così catastrofico ?
    Si creerebbe un precedente ? Certo, ma in positivo non in negativo.
    L’U.E. non ci vuole tutti europei ?!
    Ed allora che senso avrebbe un fatto del genere. forse che l’italia avrebbe qualcosa da dire ?
    Meglio che stia zitta e pensi di più ai propri cittadini e ai propri confini prima di vedere sempre “nero” quello che altri vedono bianco !!!!
    Giancarlo Rodegher
    Verona

    • luigi bandiera says:

      Tutto si spiega perche’ l’italia e’ uno stato KOMUNISTA e per avallarlo hanno scritto la carta piu’ bella del mondo, ma per loro.
      Due passaporti, a che servono..?
      E che dire dell’uomo polare che ne ha tre o basta che ordini e ne ha fin che vuole..?
      Tutto cio’ a che serve se le FRONTIERE non ci sono piu’..??

      Ah, gia’. Ci sono solo per i kattokomunistislamici che ci vogliono tener in gabbia; per noi che le vorremmo solo per il nostro popolo, non esistono dato che dobbiamo MANTENERLI TUTTI..!
      Quindi..?
      Possiamo stare senza passaporti benissimo.

      Avanti un’altra… delle belle intendo.
      At Salüt

  6. luigi bandiera says:

    Vale il detto: fai quello che dico e non fare quello che faccio.

    Ce ne e’ un’altra:
    fate quello che dicono ma non fate quello che fanno..!

    Sicuramente vale che il mondo e’ stracolmo di farisei..!
    Amen…

  7. caterina says:

    …e dato che io ho già la carta d’identità della Repubblica Veneta, adesso chiederò anche il passaporto, così per ora ne avrò due… quello italiano e quello della Repubblica Veneta che sono sicura l’Austria riconoscerà… come d’altra parte alla frontiera riconoscono già più stati confinanti la carta d’identità…
    Il problema se lo ponga pure Roma dalla quale tutti in qualche maniera vogliono potersene andare… anzi, forse molto di più quelli che non hanno lo stesso trattamento degli amici altoatesini.

Leave a Comment