Europee Italia: il Pd di Renzi quasi al 41%, Grillo sotto di 20 punti. Lega al 6,2%

di REDAZIONE

Trionfa il Pd di Matteo Renzi che, con un dato intorno al 41%, batte il record di Veltroni del 2008 e stravince in tutte cinque le circoscrizioni, diventa il primo partito dell’area socialdemocratica europea, arriva quasi a doppiare l’M5S e a superare la somma di grillini e Forza Italia. Non solo, il Partito Democratico resta l’unica forza politica italiana a superare il dato assoluto del 2013 (in percentuale sale del 15%) e fa capire a tutti che sarebbe in grado di vincere da solo eventuali elezioni politiche con l’Italicum. Cinque dati tutti in positivo, un pokerissimo che esce dalle carte in mano di Renzi e costringe in un angolo grillini e berlusconiani.
Pd al 40,82% e M5S al 21,15% quando sono stati scrutinati i risultati elettorali di 61.519 sezioni su 61.592 per le Europee. Seguono Forza Italia (16,81%), Lega Nord (6,16%), Ncd-Udc (4,38%), L’altra Europa con Tsipras (4,03%), Fratelli d’Italia (3,66%), Verdi Europei (0,89%), Scelta Europea (0,71%), Italia dei Valori (0,65%), Svp (0,50%) e Io Cambio-Maie (0,17%).

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

40 Comments

  1. Chissà perché ogni qualvolta ci sono le elezioni vincono tutti o forse sono ubriacati dalla grande confusione generata dai maestri arrampicatori ancor prima di leggere i risultati.
    Su un totale di 50.662.460 aventi diritto al voto, hanno votato soltanto 28.991.258 equivalenti a 57,22%.
    Il PD con i vari partiti che lo sostengono, hanno raccimolato con molto odore di bruciato 11.203.231 di voti equivalenti al 22%.
    Il Partito dei non votanti ossia 21.671.202 rappresentano il 42,77%.
    Se a queste cifre aggiungiamo le schede nulle, bianche e non assegnate, e quelle sprecate con i Partiti morti e sepolti, il Partito dei contestatori al Sistema Politico attuale supera il 50% degli elettori, ossia la nobile cifra di oltre 25 Milioni di cittadini equilibrati.
    Da questo quadro che denuncia una scarsa consapevolezza a fare di conto, la ragione principale di un Paese allo sfascio. Mentre il Paese sta morendo, molti sognano la ripresa dalle cifre gonfiate a casaccio.
    Anthony Ceresa.

  2. Marcaurelio says:

    Voi indipendentisti mi fate godere, state rosicando de brutto.
    Come parla Unione Konfederale Cisalpina, la Lega Nord fà er pieno de voti.
    A via Bellerio je faranno un monumento……
    Provo compassione per voi indipendentisti , ve so annate male pure queste elezioni, l’Italia è una nazione unita Beppe Grillo s’è sgonfiato come un pallone…

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      in effetti tu konti e fai affidamento sul fatto ke la lekka nodde si rivolga al merdione tuo x kùi, al fine di preservarla e non farla morire, proprio x kontrastare noi indipendentisti, pensi ke le kontinueranno a dare il voto … almeno i tuoi konnazionali residenti in Padania …

      l’importante è ke i cisalpini lo sappiano e kapiskono ke kuella è la politika di ‘sti traditori italioti nostri, depravati cisalpini, amici tuoi …

    • alberto andretta says:

      grazie eravamo gia’ sicuri che ci avresti sostenuto con le tue perle di saggezza,per curiosita’ fai il troll anche sul blog di beppe grillo,ave cesare,alberto andretta cogollo,vicenza

  3. Eugenio says:

    Grande vittoria di Renzi e del Pd , grande consenso ed ora avanti con le riforme..
    Oggi è una bellissima giornata, Renzi diventerà anche presidente della Commissione Europea per i prossimi mesi e lo farà con una dote di voti paurosa e quindi con un peso notevole e questo permetterà di avere con Angela Merkel una rapporto di forza paritario essendo il PD il più grande partito europeista.
    Questo permetterà di ottenere molti vantaggi per noi italiani.
    immensa gioia per la sconfitta di Berlusconi e di Beppe Grillo.

  4. Paul Brembilla says:

    per le piccole partite iva, che erano sopravvissute alla crisi e alla rapina fiscale sgobbando 10-12 h al giorno, è finita

  5. carla 40 says:

    Da “vecchia” INDIPENDENTISTA non posso che essere d’accordo con Gianfrancesco, la pietra di paragone va fatta con la Lega Indipendentista del 1996, la Lega della memorabile catena umana sul Po, la Lega che gridava SECESSIONE. Ora sembra si stia risollevando, ma non dovrebbe attaccarsi al Sud, ricordando che da quelle parti sono abituati ad avere senza dare nulla in cambio, salvo un pugno di voti per mera convenienza e non certo per convinzione. E anche se solo a livello locale non dovrebbe più pensare a strane alleanze, visti i precedenti. Sono critica senza però scadere negli insulti specie se diretti alle persone, non sono di nessuna utilità alla causa indipendentista.

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      a kuesto punto debbo dirti ke ke kualsiasi kosa faccia la lekka nodde, non konta + nulla …

      prendi il Veneto … lì, ankorkè Zaia ed i veneti rappresentanti dei partiti romani (PD, FI, etc.) decidessero di indire un referendum x l’indipendenza, le sregreterie romane (se la kosa fosse seria) s’imporrebbero e farebbero kadere la koalizione di governo, facendo saltare tutto …

      la nostra unika arma è kreare una Konfederazione di Movimenti Indipendentisti Autoktoni ke partecipino solo ad elezioni amministrrative e regionali e ke dall’interno, amministrando, prendano le redini della Regione (di tutte… singolarmente) ed agiskano autonomamente, in kompetizione e denunciando, l’esproprio romano, sino all’INDIPENDENZA ! …

      kon la lekka nodde si torna a roma ed all’italia … ci portano diritti in bokka al boia… nella prigione di kuello stato infame da kui vogliamo liberarci …

    • Adele says:

      quella Lega non c’è più E’ rimasto soltanto un partito di estrema destra, assolutamente non indipendentista. Fattene una ragione

  6. giancarlo says:

    visto che renzi era ed e democristiano mi chiedo se ha vinto il pd o la vecchia dc visto che ha cannnnnnabalizzato anche il partito del 10% del democristiano monti

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      non ho kapito kuel “cannnnnnabalizzato” … stà x “strafumati da Cannabis o kannibali mangiaumani ” 😀

  7. lory says:

    i sinistri possono candidare anche cornacchie, possono andare anche prendere tutti i clandestini del mondo, tanto il popolino li vota ugualmente, roba da matti.

  8. Sgubbi Giuseppe says:

    Spett direttore
    come è noto per alcuni mesi ho riportato il “pensiero” di un gruppo di lavoratori autonomi, ebbene alcuni dei suoi opinionisti hanno detto che il gruppo era formato da “dilettanti” e da confusionari, ebbene i fatti dicono che invece queste persone che lavorano come delle beste, hanno le idee più chiare di molti professoroni.
    Come noto, il gruppo era ed è renziano in quanto solo Renzi è in grado di fare una profonda revisione del PD sia a livello sindacale che di iscritti che di burocrati, cioè se non si esce dalla “palude” creata da questo partito, l’Italia non può cambiare, perciò la “rottamazione” proposta da Renzi è una priorità.
    Dispiace che Lei direttore abbia cestinato molti dei miei sopradetti resoconti, questa è la ragione per cui non ne mando più nessuno, sicuramente potevano essere momenti di discussioni ed analisi.
    Le do comunque una buona notizia, quando ci saranno le condizioni per fare la Padania, noi “confusionari”, la cui nostra pazienza non è riciclabile, saremo in prima fila.
    Saluti
    Sgubbi Giuseppe Solarolo Ravenna

  9. berghem says:

    Pur non condividendo in toto le politiche di Salvini, bisogna riconoscere che ha di fatto risollevato le sorti di un partito che rischiava l’estinzione passando dal 4.1 al 6.15 (incrementando di circa 300 mila voti rispetto le politiche del 2013), qualche mese fa i sondaggi davano la lega poco sopra il 3%.
    Ora spero, che passate le politiche europee, avvengano le seguenti cose:
    1) Torni la dicitura “Padania” sul logo della lega
    2) Pensare meno all’europa e di più alla Padania
    3) Va bene lottare per l’indipendenza del Salento, ma con gli indipendentisti e regionalismi meridionali si possono fare allenze, non fusioni….
    4) Mi urta tantissimo sentire parlare di “italiani”, dovrebbe usare il termine “i popoli italici”

  10. U.nione K.onfederale C.isalpina says:

    Lekkini italiani del Nodde
    2009 –
    voti 3.012.000
    2014 . voti 1.686.000

    in Padania sono passati dal 19% al 4.7% … l’1,5% pecciento ke manka x raggiungere il 6,2% ke hanno totalizzato, è ciò ke hanno preso in italia (media tra il 2,1% e lo 0,8% pecciento)

    in Padania Orientale. . . dal 19% a 9,9 … da 1.206.000 a 566.000

    in Padania Occidentale dal 19,4 a 11,7 . da 1.685.000 a 933.644 (kuì, xò, c’erano in Piemonte le amministrative…)

    fate voi ! … al di là della propaganda di regime (ke, ora ke la lekka nodde è diventata italiana del nord ed autonomista, la sostiene) e dei trionfalismi del tronfio Salvini e suoi imbonitori…

    la disintegrazione di kuesto partito italiano traditore di Padania mi pare evidente… e + markata nel nostro Oriente…

    x noi indipendentisti xò, c’è ankora molta strada da fare…

    avanti kosì … venceremos ! … neutralizzeremo i “Ciarlatani di Padania e Pakkottari di Federalismo” … 😀

    Padania Libera dal leghismo cialtrone bossiano (maronian_tosian_salviniano), dagli italioti (i rappresentanti e votanti nostrani di tutti i partiti romani), italiani e lobbies dell’inganno e malaffare ke espropriano e manipolano il popolo …

    morte a roma e suo regime italiko !

    PS – Skusate … avevo postato kuesto msg su altro 3d … ma mi akkorgo kwe kuesto è il suo giusto posto…

    • berghem says:

      Sarebbe interessante avere un tuo consiglio su chi votare e perchè…

      • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

        l’ho sempre detto e ripetuto e te lo ribadisko

        dal momento ke x noi cisalpini l’€uro.pa o non €uro.pa è la stessa kosa e ke il nostro obiettivo è la statualità konfederata di Padania, il problema è l’italia e roma …

        quindi ci sono 2 alternative da poter adottare, sia in kueste konsultazioni europee ke kuelle italike romane …

        1a – Non rekarsi alle urne …

        2a – Votare … ma scegliere uno dei partiti o liste civetta o di disturbo (1) ke maggiormente ritieni improbabili akkaparratori d’alkuna signifikativa x%tuale …

        kosì facendo butti il tuo voto nel cesso di kuesta politika e politikanti ma kalerà signifikativamente la x%tuale dei partiti maggiori e kon ciò si evidenzierà la loro pokezza politika ed indegnità a governare alkunkè …

        certo ke il Renzi ha stravolto i gioketti e kon i suoi 13.MILIONI di voti governerà essendo il 2° partito … giakkè il 1° è l’ASTENSIONISMO PROTESTATARIO & SKIFATO ke, aggregato, ne somma, di MILIONI, ben 20 …

        NATURALMENTE le elezioni ke x noi kontano debbono essere kuelle AMMINISTRATIVE REGIONALI e KOMUNALI dove, lì sì, dobbiamo essere partecipativi e votare i partiti indipendentisti ke non si siano presentati ad altre elezioni koloniali italike od €uro.pee, romaniste o bruxellesi ke siano … (è evidente l’esklusione dei Traditori di Padania e Lekkini del Nodde italia, di roma prostituta…)

        (1) …ad esempio, in kuelle di ieri ” IO CAMBIO “

    • berghem says:

      Sarebbe interessante sapere cosa suggerivi di votare a questa tornata e perchè.

    • Gianfrancesco says:

      il confronto è fuorviante, tra il 2009 e oggi ci sono stati tutti gli scandali della family, il confronto vero va fatto con le ultime politiche, dal 4,1 al 6,2.

      che piaccia o meno onestamente i dati sono questi, poi se fosse per me farei sempre il confronto non con il 2009,di cui non me ne frega nulla, ma con il 1996 quando le lega era la Lega ed era indipendentista.

      Quella è la pietra di paragone identitaria.

      • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

        sono molte le varianti ke interferiskono koi vari voti

        il konfronto va fatto sempre tra kuelle precedenbti dello stesso tipo, ovvero €uro.peee kon €uro.peee, italiane kon le “romane” ed amministrative, ke sono kuelle ke ci devono interessare, kon amministrative

        la pietra inkontrovertibile, in ogni kaso, è il # di votanti e voti rakkolti…

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      affinkè l’Avvento di Padania si realizzi, bisogna ke la lekka del nodde italia skompaia e si liberinio kuelle forze indipendentiste ke, ingannate dai ciarlatani,sono kuelle ke ci porterebbero alla nostra rinascita statuale…

      l’italianista lekka ballerina potrà ankòra bleffare x un po’ giakkè kredo ke presto, Renzi, voglia passare all’inkasso di kuesto successo andando ad elezioni politike (romane) tra non molto…

      ebbene lì, la lekka nodde allargata all’italia, potrà ankora, kol voto merdionale, sopravvivere … ma poi la battaglia finale si darà in kuelle successive amministrative ke, in Padania, allora, dovrà vedere i movimenti indipendentisti, magari konfederati, vincenti …

  11. carla 40 says:

    Salvini si è dato da fare e un buon risultato lo ha ottenuto. Onore al merito. Speriamo lo sappia gestire in modo accorto. Quanto ai voti dati al PD (PCI e DC) sono di elettori che non accettano di essersi sbagliati in passato e si ostinano a credere nelle fanfaluche del Renzi di turno , tanto più con il miraggio di 80 € nella busta paga. A volte basta davvero poco …

  12. Dan says:

    Lo predissi un anno fa. Grillo ogni settimana faceva in tempo ad annunciare una rivoluzione e poi a nascondere la mano. Foto di americani che scappano da Saigon, frasi e parole messe lì per aizzare le piazze, un comizio di chiusura a base di tsunami (tiriamo l’acqua del cesso ?) e di scatolette del tonno aperte.

    8 milioni ci hanno creduto e l’hanno votato.

    Ha preso i voti e invece di spingere sulle piazze, s’è rintanato di nuovo nel blog a sparare cagate e quando qualcuno o qualcosa sembrava spingere ad un’azione reale (v. l’ultima di qualche giorno fa con il fantomatico processo di piazza ai giornalisti) subito tornava a ritrattare.

    Di quei 8 milioni tre, gli hanno girato le spalle: potrebbero essere tornati con renzi (a sto punto 80 euro in busta sono sempre più di quanto fatto da grillo), potrebbero essersi dispersi in partiti minori (a quanto corrisponde 1 milione di voti in percentuale ?) o semplicemente non sono andati proprio a votare.

    Certo è che l’anno scorso quasi all’indomani delle elezioni un tizio è esploso e s’è procurato una pistola con epilogo a montecitorio mentre ieri uno studente disoccupato ha cominciato a bastonare in giro stufo di vedersi rubare il futuro da questo esercito di parolari, di vecchia e nuova data.

    Certo è che ogni 100 persone rovinate in qualche modo dalla crisi, 60 restano in silenzio, 30 vanno a manifestare, 9 si suicidano infine ne resta 1 che perde prima la testa e poi le staffe. Fino adesso abbiamo trovato solo personaggi così che hanno fretta di sfogarsi, ma a forza di rovinare cento persone alla volta, quanto ci vorrà prima di trovare quell’uno che saprà mantenersi lucido fino all’ultimo e finirà per organizzare qualcosa di grosso ?

  13. Marcaurelio says:

    Io dovrei essere in lutto , Forza Italia al 16,8 % , Berlusconi che perde allla grande e Renzi che
    sbaraglia tutti… ma….ma….per la pappatoia non ci dovrebbero essere problemi…Andiamo avanti lo stesso, la cosa importante e che questo Paese segua una certa linea ..un certo percorso..
    Può andare bene anche Renzi l’importante è che le idee rivoluzianare d’indipendentismo non decollino…La lega Nord va bene così,Salvini ha ottenuto un buon risultato e subalterni così bisogna tenerseli sempre stretti stretti..
    I grillini hahahahahahahahahahaahah!!!!!!
    Beppe Grillo che doveva sfascià e cambià l’Italia ha fatto la fine de don Farcuccio dopo stà figuraccia???
    A illusi , Il voto per distruggere l’Italia e favorire le idee rivoluzionarie ve lo potete sognà…
    Me viene voja de spernacchiavve a tutti…
    Come godo e adesso poche chiacchiere la ricreazione è finità tutti al lavoro pe produrre più contributi possibili che de soldi ce ne serveno tanti ma proprio tanti…

  14. Rodolfo Piva says:

    Dai risultati elettorali sorge spontanea una considerazione.

    Non è vero che le popolazioni entro i confini dello stato italiota non sono legate alle tradizioni.
    Infatti dopo il successo della signora Vanna Marchi adesso è il turno del signor Matteo Renzi.

  15. Lorenzo, Venezia says:

    Solo gli italioti possono premiare con una percentuale del genere chi li ha ridotti alla fame.

    Allucinante.

  16. pierino says:

    e i non votanti a quanti siamo?

  17. Eddi says:

    E come al solito gli italioti ma anche,purtroppo, i venetioti anno creduto al solito quaquaraqua di turno,sommersi di tasse e dalla disoccupazione sono contenti cosi. Un proverbio dice “chi vive sperando muore ca…do.”per questo siamo nella m…a fino al collo(n).L’europa si muove l’italia sta ferma,indietro cosi!

  18. garbin says:

    Al PD (che veniva abbandonato dai suoi stessi elettori) che prende il quaranta per cento non ci credo neanche se mi pagano.

    In queste elezioni ci volevano gli ispettori dell’ONU ma serviranno soprattutto alle politiche.

  19. Marco Green says:

    Un disastro…
    Ora il chiacchierone fiorentino spingerà sull’acceleratore, sempre più indisturbato, nella direzione delle sue scellerate riforme centraliste…
    La Lega si esalta per una vittoria di Pirro: si è recuperata solo una piccola parte dei voti che si potevano raccogliere per il crollo di Berlusconi e la sconfitta di Grillo e…a che prezzo?
    Strategia distrutta (scomparsa dietro alle mille “battaglie” che Salvini ha scelto per sostenere nell’ìntento di superare la soglia del 4%) e vincolata alla demenziale battaglia no euro (che, evidentemente, qui non premia), rinuncia sostanziale al padanismo (ora Salvini dice di battersi per l’indipendenza del Veneto come per quella del Salento…) e assoluta incapacità (anche qui, per colpevole scelta di Salvini) di contrastare gli intenti centralisti di Renzi che, d’ora in poi, sbatterà in faccia a tutti quelli che lo criticheranno lo storico 40% raggiunto dal PD in queste elezioni europee.

Leave a Comment