EUROPARLAMENTO: FINE DELLA FOLLE SPESA DA 250 MILIONI

di REDAZIONE

Il Parlamento europeo, nel decidere sugli orientamenti per il bilancio 2013, ieri ha votato per l’utilizzo di una sola delle due attuali sedi, Bruxelles e Strasburgo, accogliendo un emendamento proposto dall’ eurodeputato della Lega Nord Claudio Morganti. La costosa staffetta tra Bruxelles e Strasburgo e’ una questione molto controversa e oggetto di forti polemiche da anni. La Francia si e’ sempre opposta a rinunciare alla sede di Strasburgo.

Morganti si e’ dichiarato ”molto soddisfatto” dell’approvazione del suo emendamento alla relazione Vaughan (S&D) sugli ”Orientamenti per il bilancio 2013”, in cui l’europarlamentare leghista, da relatore ombra della risoluzione, ha chiesto di procedere affinché ”si fissi un’unica sede del Parlamento europeo, poiche’ da cio’ si realizzerebbero risparmi davvero consistenti, e soprattutto utili in questo momento di crisi”. ”Spero che il testo, supportato anche dalla presidenza di turno danese, arrivi al piu’ presto all’attenzione del Consiglio e degli Stati Membri”, ha dichiarato Morganti, secondo cui ”non ci si puo’ continuare a nascondere dietro a un dito, parlare di tagli e riduzioni, quando noi stessi siamo complici, nostro malgrado, del piu’ grosso e assurdo tra tutti gli sprechi”.

Secondo l’europarlamentare del Pdl Lara Comi – che cita calcoli del periodico Duemila – la staffetta mensile da Bruxelles a Strasburgo costa 250 milioni di euro l’anno. Il voto per fissare una sede unica ”e’ un altro gesto utile nella direzione del contenimento della spesa pubblica dopo che gli stipendi degli europarlamentari sono stati fortemente ridotti”, ha commentato la Comi, secondo la quale il Pe ha dato cosi’ un’ulteriore dimostrazione di disciplina finanziaria. ”Da tempo denuncio questa anomalia che risulta ancora piu’ stridente in tempi di riduzione dei costi della politica”, ha aggiunto l’eurodeputata. ”Tanto piu’ che costringe gli eurodeputati e tutto l’apparato amministrativo ad anacronistici via vai una volta al mese da Bruxelles a Strasburgo solo per le sessioni plenarie”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Ferruccio says:

    Cavolo il nominato Morganti. 2584 preferenze su 4 regioni (Toscana, Umbria, Lazio, Marche )

    Dovrebbe dare anche spiegazioni sui 20.000,00 euro annui di soldi pubblici dei contribuenti toscani che annualmente vengono spesi dalla Lega Nord Toscana per finanziare la pagliacciata legaiola di San Genesio…

    Questo spreco di denaro dei contribuenti toscani è iniziato durante la sua segreteria….

Leave a Comment