L’Euro è morto e collasserà insieme alla Francia

di REDAZIONE

Altro che ripresa dell’economia, come vanno dicendo, quasi pavoneggiandosi, le varie autorità europee, Mario Draghi incluso. E altro, soprattutto, che euro che riflette i fondamentali, tra l’altro a questi livelli così alti, e a fronte di una valuta, il dollaro, che rappresenta una economia, quella americana, che di certo marcia a ritmi più solidi di quella europea. A dire le cose come stanno, è un alto funzionario del mondo delle banche, ovvero Lars Seier Christensen, co-amministratore delegato della banca danese Saxo Bank, che afferma che “the whole thing is doomed”, ovvero che “tutto è spacciato”, sottolineando che il recente balzo dell’euro “è illusorio e che la valuta è destinata a fallire, in quanto l’Europa non l’ha sostenuta attraverso una Unione fiscale.

“Venderei ancora di più euro a qualsiasi livello vicino a $1,40”, ha detto Christensen, precisando che al momento non ha lanciato nessuna mossa speculativa contro la moneta unica europea. Per il funzionario, un altro evento possibile è “liberarsi di alcuni paesi che sono rovinati dall’euro, in modo particolare le economie del sud. La gente sta sottovalutando poi in modo drammatico i problemi che la Francia dovrà affrontare. (una volta che tale possibile scenario si verificasse). Quando la Francia entrerà nel pieno della crisi, sarà finita. Neanche la Germania potrà intervenire e probabilmente non lo farà” .

Christensen, da tempo critico nei confronti dell’euro, afferma che la valuta unica è stata “sostenuta in modo notevole non da ragioni economiche, ma da ragioni politiche”. La verità è che “in questo momento ci troviamo in una di quelle false soluzioni che portano la gente a pensare che il problema sia contenuto o affrontato, supposizioni niente affatto vere”. Da segnalare, stando a quanto riporta Bloomberg, che l’euro è salito +8,2% negli ultimi sei mesi contro il dollaro, toccando il massimo dallo scorso 14 novembre del 2011 il primo febbraio di quest’anno.

TRATTO DA: http://www.wallstreetitalia.com

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Scrivevo:

    L’ABITO FA DA SEMPRE IL MONACO..! Altri a gridare: NOooo..!!! Sbagliando evidentemente.

    Poi si scoprira’ che uno non e’ monaco… e lo si SPOGLIERA’.
    Pero’ la logica impone che l’ABITO FA SEMPRE IL MONACO. FINO A PROVA CONTRARIA, per l’appunto..!

    Tuttavia, non e’ pensabile che una societa’ detta o passatasi per CIVILE sia montata su dei pezzi di carta che poi fanno l’ABITO DEL MONACO..!! O DELL’ARLECCHINO..? Forse piu’ LECCHINO CHE ALTRO.

    Mi scappa un esempio classico per tagliare labito e la testa del toro:

    CARLO MAGNO, detto anche MAGNON perche’ MAGNAVA TANTO data la sua stazza, era ANALFABETA o quasi..!!

    QUINDI..??

    MA TANTI IMPRENDITORI DEL NORD furono ANALFABETI..!!

    Non per giustificare l’Oscar, ma per dare merito al Giannino, se senza KARTA PARLA KOSI’, ben vengano gli Orcar…

    Sta di fatto ke ha fatto l’IMBROGLIONE..!

    MA COSI’ FAN TUTTI..!!!

    Quanti mo si presentano con le CARTE A POSTO e ce lo METTONO IN TEL POSTO..?? (Vajont docet)…

    Volete diapositive o vi basta che io citi i MARI E I MONTI PER KAPIRLA..?? (Forse, dato che io uso troppi KAPPA).

    Ma la menata del kax o delle karte e’ lunghissima..!! PURTROPPO..!

    BASTAaaaaaaaaaaa..!!!!!!!!

    Scrivevo: in politica e non solo non servono le KARTE, ma i FATTI..!!!!!!!!!!!

    Salam

    Ah, e quanti altri esempi per dimostrare che le karte sono solo motivo di fare kassa e KASTE..!!!

    • luigi bandiera says:

      Ovviamente avete una scusante per non kapirmi: non mi kapite proprio perche’ non skrivo in TALIBANO (kome impone la KST o stato nemiko) e poi quante KAPPA..!!! Ci sembra di essere alle giostre, KARRAMBA KE NON SORPRESA..!

      Ma si: allegriaaa..!!

  2. luigi bandiera says:

    Chissa’ che kax ne dixe l’economista Giannino.

    Xe proprio vero ke l’italia e’ fondata sulle karte e kaste e non sul LAVORO. E se si e’ degli ALTRI.

    Speriamo ke si smetta presto di sognare la grande europa kol bel proprio e gran konto in banka (parlo per i grandi in tutto) in URKA e non in ARKA, per FREGARCI MEGLIO..!!

    Salam

Leave a Comment