Esodati: noi sempre nel limbo. Ma come, Salvini non aveva risolto il problema pensioni?

via fornero
di Angelo Valentino - Ma come? Ma il ministro tuttofare dell?Interno non aveva risolto il nodo delle pensioni in Itala e superato la Fornero?
Si direbbe di no.Ecco perché.
Si rivolgono "al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, al 
ministro dell'Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri", per dire "non vogliamo essere dimenticati". I comitati degli esodati, tramite Claudio Ardizio, coordinatore nazionale, indirizzano gli auguri al nuovo governo e al tempo stesso ricordano che "il nostro dramma non è ancora definitivamente risolto".

      "Coesione sociale come obiettivo prioritario e riduzione delle disuguaglianze sono le parole guida di questo governo -spiega Ardizio-che noi esodati attendiamo da troppo tempo. L'assenza di una previsione specifica di tutela per gli esodati nei 29 punti programmatici del governo rende opportuno inserire un punto che preveda soluzioni per esodati e altri provvedimenti con opportune modifiche (Ape sociale e altro) nei punti programmatici (per coesione sociale e superamento disuguaglianze)".

      "Stiamo aspettando da quasi 8 anni che i danni prodotti dalla manovra Fornero vengano finalmente corretti: senza reddito e pensione, estromessi dal mercato del lavoro, non si garantisce uno standard di vita adeguato e si mina il percorso di coesione sociale che s'intende promuovere. Vogliamo giustizia per continuare a sperare in un futuro ea credere nella giustizia dello Stato", dice Ardizio. 

In Italia, fa presente il coordinatore dei comitati degli esodati, "ci sono ancora 6.000 esodati privi di tutela, il cui giusto diritto alla pensione è stato negato dall'ottava ed  ultima salvaguardia, quella disposta dalla legge di Bilancio per l'anno 2017".

      "La ridotta consistenza numerica della platea non mette certamente a rischio l'equilibrio della finanza pubblica", dice Ardizio che prosegue: "Attendiamo una soluzione che si potrà attuare attraverso diversi sistemi o l'applicazione di istituti già vigenti come la riapertura dell'ottava salvaguardia senza limiti temporali o una nona salvaguardia definitiva con il congelamento degli incrementi anagrafici al 2017 e della speranza di vita al 2016".

      "Ci aspettiamo che con il nuovo governo le nostre proposte possano avere un ulteriore impulso e siano con noi discusse. Chiediamo quindi di inserire nel programma di governo (che è passato già da 26 a 29 punti) un ulteriore punto n.30 che parli di un provvedimento definitivo per gli esodati, rendendo strutturali le predette misure previdenziali , con opportune modifiche", conclude Ardizio.
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment