Parco eolico: truffa con 13 indagati ad Avellino

di REDAZIONE

Un impianto eolico, entrato in funzione nell’agosto del 2011, sarebbe stato realizzato senza le previste autorizzazioni. Per questo motivo i carabinieri del comando provinciale di Avellino hanno eseguito il sequestro preventivo di 24 pale eoliche, del valore di 60 milioni di euro, ubicate nel comune di Vallata. Disposta la totale interruzione della produzione dell’energia elettrica e contestuale segnalazione al GSE per le determinazioni di competenza.

PALE EOLICHE ABUSIVE – L’indagine riguarda un truffa aggravata per 178 milioni di euro sull’erogazione di fondi europei alle società Fri-El di Bolzano e la francese Edf, che hanno installato 24 pale eoliche, 11 delle quali senza autorizzazione.

GLI INDAGATI – Sono 13 gli avvisi di garanzia notificati anche a un funzionario della Regione Campania, ad amministratori del Comune di Vallata e ai responsabili delle società coinvolte, che a vario titolo si sono resi responsabili di comportamenti tra cui approvazione di progetti per realizzazione del parco eolico, attestando falsamente la regolarità dell’iter amministrativo, omissione di richiesta di pareri obbligatori enti competenti (ASL, ENAV, SIRCA, Autorità di Bacino e Provincia), false attestazioni ed invasione arbitraria di terreni gravati da usi civici. Indagati i proprietari dei terreni che avrebbero percepito indebitamente gli indennizzi.

FONTE ORIGINALE: http://www.campaniasuweb.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Dan says:

    Aldilà delle solite facili conclusioni ma è più grave bloccare adesso la produzione di energia attraverso queste pale (che per lo meno pare producessero energia) o che qualcuno non ha pagato il pizzo allo stato per far cambiare la destinazione d’uso di qualche pezzo di terra ?

Leave a Comment