RAPPORTO CIVITAS: L’ENERGIA EOLICA COSTA IL DOPPIO

di REDAZIONE

L’energia eolica è una “follia” che blocca i consumatori con un aumento sproporzionato dei costi energetici, queste sono le conclusioni della relazione di uno dei principali think tank britannici, il Civitas Institute for the Study of Civil Society http://www.civitas.org.uk/ pubblicato l’8 gennaio scorso.

Civitas sostiene che “il sostegno ingiustificato” per l’energia eolica “ostacola l’energia veramente pulita” e impedisce al Regno Unito di ridurre efficacemente le proprie emissioni di anidride carbonica.

Il rapporto afferma che l’energia eolica è “inaffidabile” e richiede la costruzione di centrali elettriche di back-up di pari potenza, il che significa che i consumatori di energia dovranno “pagare due volte” per permettere al governo di fare bella figura sulla “vetrina delle fonti rinnovabili”. La relazione del centro Civitas rafforzerà la convinzione che l’energia eolica comporta un costo troppo alto sia finanziario che ambientale.

Il direttore Gareth Clubb del Civitas ha dichiarato che il rapporto di fatto richiede la rinegoziazione dell’accordo dell’unione europea sulla riduzione dei gas serra.

Vai al testo completo del rapporto Civitas

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. gian luigi lombardi-cerri says:

    Il Sig. Ferdinando si cavi un gusto :
    vada su Internet e veda una qualunque carta eolica dell’Italia.
    Poi, sempre su Internet vada a vedere i costi , alle varie potenze, dei generatori eolici, tenendo presente che un generatore, per pagarsi deve poter funzionare per una quantità minima, ben definita, di tempo.
    A questo punto riuscirà a capire facilmente come con l’eolico, in Italia, ci si farà molto poco.

  2. Ferdinando says:

    Cosa vuol dire partigiani ideologizzata? Il solo fatto di “dubitare” su certe posizioni rende l’interlocutore non affidabile?. le energie alternative, di qualsiasi tipo, sono le uniche che possono essere anche fonte di sviluppo! Inutile citare le innumerevoli fonti di esperti….. Anche loro ideogilizzati? Ma per favore….. Cerchiamo di esse seri tanto su quella barca ci siamo tutti….. Nessuno escluso.

    • Leonardo says:

      No, è lei che critica se non trove articoli di suo gradimento. Un giornale è fatto per dibattere, non è un bollettino che riporta solo ciò che a lei piace. Cortdialmente

  3. Ferdinando says:

    Dopo il foltovoltaico ora l’eolico. Mi chiedo e le chiedo: a che titolo e a che pro? Una montagna di cozzate per discostare cosa ? Che forse ea meglio il nucleare? Che va bene pagare petrolio o gas all’ estero ? Che e’ meglio continuare con l’inquinamento? Fate, invece, una campagna per il vero utilizzo delle fonti alternative ce ne son tante e che posson essere molto distribuite e frastagliate togliendo il potere dei Monopoli…. Questo si e’ il vero danno e la fonte di costi insopportabili. Torno alla domanda iniziale: a che pro???? Mi piacerebbe avere una risposta.

    • Leonardo says:

      la risposta è che in tema ambientale daremo spazio a chiunque dica, e documenti, cose sensate. Non a partigiani ideologizzati, che vogliono energia a spese altrui.

Leave a Comment