Emilia Romagna: i viaggi a “ufo” dei consiglieri regionali

di REDAZIONE

Consiglieri che viaggiano quelli dell’Emilia Romagna, e che viaggiano anche parecchio. I dati sulle missioni all’estero ci dicono che gli esponenti dell’Emilia Romagna nella scorsa legislatura sono volati diverse volte in Europa e anche oltre i confini del Vecchio Continente, il tutto ovviamente, pagato da mamma Regione.

Abbiamo ad esempio il socialista Paolo Zanca, che dal 2 al 9 dicembre del 2007, vola in Taiwan per incontrare il dottor Cheng Shing, ambasciatore del paese asiatico.
Lo stesso Zanca, nel 2008, dal 13 al 20 marzo, viene inviato con Villani (Pdl) in Cile a seguire il presidente Napolitano.

Dal 14 al 21 aprile Matteo Richetti (Pd) viene inviato a Gerusalemme e Betlemme per incontri istituzionali e di pace.

Dal 6 al 14 settembre, sempre del 2008, Alberto Vecchi (Pdl) e Mario Mazzotti (Pd) incontrano gli emiliano-romagnoli emigrati all’estero. Incontro avvenuto in Australia.
Ma non ci sono solo missioni di questo genere.

Ad esempio nel 2009 a Zwolle, a novembre, in Olanda, si tiene la conferenza sul cambiamento climatico e le risorse idriche. Il solito Paolo Zanca si mostra interessato all’argomento insieme al leghista Roberto Corradi.

Tra i vari viaggi, una menzione particolare meritano le missioni nel Sahara occidentale per visitare le popolazioni disperse nei campi profughi. Sembra che i consiglieri abbiano preso a cuore tale questione e questo ci trova pienamente d’accordo visto la drammatica situazione. Sono andati in Saharawi: Richetti e Manfredini; Ugo Mazza, Villani, Zanca, Aimi, Borghi, Naldi e Luciano Vecchi.

FONTE ORIGINALE: http://bologna.ogginotizie.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Culitto Salvatore says:

    [Tra i vari viaggi, una menzione particolare meritano le missioni nel Sahara occidentale per visitare le popolazioni disperse nei campi profughi]

    cosa ci sarebbe di strano o di scandaloso? (sopratutto agli occhi di un leghista o di un veneto) sono andati per assicurarsi che i profughi restino dove sono

  2. Domenico Galluzzo says:

    Mah, saranno compagni che sbagliano… Ma il trinariciuto ragioniere di Bologna non lo sa?

Leave a Comment