Elezioni politiche, la resa dei conti dei partiti. Chi si salva?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. giancarlo says:

    Concordo con Alessandro, siamo in balia di partiti ormai decotti per loro stessa colpa.
    D’altronde lo scopo di tirare in là è sempre lo stesso. La carega e lo stipendio di parlamentare.
    Il paese è ormai stremato da decenni di non politica e di asfissiante fisco predatore per tenere in piedi il famosissimo ” sistema italia ” il quale ha prodotto un debito pubblico ormai diventato insostenibile.
    Il fallimento è sotto gli occhi di tutti. Solo i ciechi non lo vedono o gli stolti.
    La Germania e la Francia con l’U.E. stanno alla finestra prima di finirci e a roma sorridono quando vanno a Bruxelles che continua a sbattere la porta in faccia a chiunque politico italiano si faccia vivo da quelle parti.
    Non hanno ancora capito che la cosa si sta facendo seria, molto seria e loro a roma giocano a rimpiattino con i conti e i futuri sacrifici che saremo ancora una volta chiamati a fare. Maledizione a loro !!!
    Giocano a fare i parlamentari ed il governo, approvando leggi forse necessarie ma in malo modo solo per far vedere al pubblico ( che siamo noi) che stanno lavorando…..lo ius soli sembra stia ancora nel cassetto di qualcuno mentre i giovani se ne vanno all’estero, i pensionati con pensioni fino a 1.000 scappano per poter vivere dignitosamente, il mercato interno non tirerà mai più in queste condizioni, gli immigrati creeranno sicuramente un sacco di problemi poiché catapultati nel nostro mondo che non è il loro e senza arte né parte cosa faranno ? Il PD può dirci cosa faranno o dovremo mantenerli vita natural durante,,,,,,solo per evitare che siano costretti, ripeto costretti , a delinquere per poter sopravvivere ?!!!?
    Un caos, un marasma così sono stati assicurati all’italia intera da non politiche, ma da ideologie farneticanti non collegate con i cervelli o se vogliamo con la vera realtà che ci circonda.
    La commissione d’inchiesta sulle banche è la solita manfrina fumogena di sempre e l’egr. sig. Casini brilla per la sua presidenza e null’altro. Dopo le dichiarazioni di Zonin, vergognosamente furbesche, in un paese serio avrebbe seguito una dichiarazione della stessa commissione nel denunciare e condannare questo signore affinché venga assicurato alla giustizia nel più breve tempo possibile con procedura speciali del tribunale affinché non possa più nuocere alla società possibilmente in eterno.
    Ogni giorno scopriamo qualcosa di nuovo e strabiliante di come certi personaggi rubano o fanno sparire soldi pubblici o di banche decotte da anni e anni di favori agli amici di questo o quel partito.
    Mi piacerebbe sapere se la magistratura vorrà rivalersi sulla Sorgenia o sui De Benedetti per il buco milionario lasciato in carico al MPS…..De Benedetti prima tessera del PD ?! Che bello !!!
    Che disastro, che squallore questa politica, questi politici, questi millantatori di buon governo o di buona gestione del paese……
    WSM

  2. Alessandro Guaschino says:

    Francamente la vedo grigia per le prossime elezioni. Non dimentichiamoci che nel 1994 avevamo la possibilità di cambiare tutto dopo tangentopoli. 1994 sono passati 23 anni, un eternità. Come mai non è successo nulla? Perché nel 1994 si è presentato un signore, tal Berlusconi, con l’unico scopo di stoppare la Lega e non fare cambiare nulla. Ci è riuscito, l’indipendenza la stiamo ancora aspettando e così la sua famosa riduzione delle tasse. Quando poi la gente ne aveva le tasche piene di Berlusconi quale era l’alternativa? Il PD, che faceva le stesse identiche cose di Berlusconi ma con nomi diversi. Il disastro lo abbiamo davanti agli occhi, una finta alternanza, una finta democrazia, un reale disastro.
    Ora cosa avremmo di fronte? Berlusconi o il Pd. E basta! Berlusconi che è di nuovo li a parlare di riduzione di tasse (ma la sua flat tax al 25% rispetto al 15% di Salvini in realtà è un aumento di tasse, pagherebbero meno solo i ricchi….) o il PD senza vergogna. Berlusconi che dopo aver stoppato la lega adesso stoppa il M5S, sempre contro il cambiamento, sempre per mantenere lo status quo (orrendo). Chiunque voti per questo individuo, nemico del Nord, è un traditore. Chiunque voti per il PD è un traditore ed un incosciente. Detto questo rimangono la Lega o il M5S. fermamente avversate in questa pagine. O si presenta un valido partito indipendentista che rifiuti ogni alleanza con i nemici del Nord oppure rimane l’astensione. La vedo grigia se non nera.

Leave a Comment