Elezioni, appello ai candidati veneti: difendete la nostra cultura

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Il 25 Maggio si va a votare per le elezioni Europee, ma anche per rinnovare molti consigli comunali delle cittadine venete, quindi moltissime persone in questi ultimi giorni frenetici di campagna elettorale si stanno impegnando per portare voti per questa o quella lista, o a caccia di preferenze per cercare di essere eletti.
Ma in tutta questa frenesia vi chiediamo di fermarvi un attimo a riflettere se parlate mai di storia cultura e lingua Veneta, insomma delle nostre radici o per essere ancora più chiari del nostro vero essere. Appunto in questi tempi, i temi a cui ho fatto riferimento sopra assumono un importanza determinante per il nostro futuro, sempre più siamo a contatto con altre culture, altri stili di vita, altre storie che chiaramente ci fanno vacillare e ci rendono deboli, mettendo a repentaglio quella fragile stabilità sociale che fatichiamo sempre più a mantenere.

SEMO NA NASIONLe reazioni possono essere varie, da quella più intransigente a quella più libertina, ma la migliore, più duratura e meno costosa è quella di rendere consapevole il nostro popolo dei propri valori, delle proprie origini, della propria storia, cultura e lingua, far capire loro che bisogna essere fieri di essere Veneti.
 Sia chiaro parlo di recuperare quei valori che molto spesso l’italia stessa ci ha fatto dimenticare, come la semplice disponibilità a servire bene la cosa pubblica, a mettere al centro della vita politica il bene comune e non il vantaggio particolare o peggio clientelare, in perfetto italian style. In questo vi invito chiaramente a studiare come funzionava il servizio politico durante la Repubblica Veneta.
Quindi per recuperare tutto questo e per far fronte alle notevoli prove che ci aspettano, dobbiamo essere in grado di attenderle saldi e fieri dei nostri valori. Visto che quello che ha portato l’italia unita non c’è nulla di cui andare orgogliosi, allora dobbiamo mettere al centro un serio programma di riscoperta dei valori tipicamente veneti, che sono strettamente collegati alla valorizzazione della nostra storia e cultura.
Così mi appello a voi che sarete eletti in questo o quel consesso, aprite i libri per aprire la mente, usate la vostra posizione politica per dare la stessa possibilità di conoscenza e di riscoperta al popolo veneto, come ad esempio far studiare la storia e lingua veneta nelle scuole o avviare la riscoperta delle tradizioni locali.

Avete la possibilità di far conoscere ai veneti un’altra storia, la loro storia, profondamente diversa da quella raccontata nelle scuole fino ad ora, ma tutto può cambiare e voi potete anzi dovete contribuire a farlo.

Mattia Giolo
Raixe Venete Veneto Nostro

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Pedante says:

    Quando non esiste una certa omogeneità etnica all’interno della comunità, appelli al bene comune non trovano ascolto. Se il noi non ha senso, prevalgono gli interessi particolari.

  2. free veneto says:

    ieri vedo 2 ragazzi che innalzano altrettante bandiere col Leone fuori da un parchetto di un comune di piccole dimensioni. in vista delle comunali, faranno una festa con l’aspirante sindaco. penso”sono dei nostri”, mi avvicino, e provo ad iniziare una discussione circa l’impellente necessità di rafforzare la cultura veneta tra i giovanissimi di oggi, purtroppo cresciuti a pane, tv itagliota e nazionale con Balotelli. costoro sembrano annoiati, dopo pochi secondi mi fermano e mi chiedono infastiditi “ma di che comune sei?” (…)

    quando ho capito chi era il candidato, mi è venuto da vomitare.

    capito chi va in giro col Leone?

  3. Dan says:

    Risposte dal mondo leghista:

    Leghista 1: Jamm va guaglio, quando vulimmo fare lindipendenza de la patania, scherzavamo: nuje ce vulimmo tutti bene, vivva litalia.

    Leghista 2: Yalla ! shaballah alla balla yaba shaba lla….
    Allah piacendo il verde padano ed il verde della jihad pari sono.

  4. ingenuo39 says:

    Questo è un ottimo suggerimento che andrebbe, consegnato e possibilmente controfirmato, a tutti i Sindaci e Amministratori pubblici Veneti che hanno, o dovrebbero avere, a cuore l’ avvenire della popolazione da loro gestita, così da gestire al meglio il lavoro, la fatica e sopratutto le risorse dei loro amministrati con il metodo del buon padre di famiglia.

  5. U.nione K.onfederale C.isalpina says:

    bisognerebbe estendere kuest’appello anke agli industriali e klero … entrambi romanofili x dabbenaggine e konvenienza…

Leave a Comment