ELETTRICITA’ DALLA PIPI: L’IDEA DI 4 RAGAZZE NIGERIANE

di REDAZIONE

Elettricità prodotta con la pipì. E’ quanto è stato ideato da quattro ragazze tra i 14 e i 15 anni, che hanno presentato il loro progetto alla Maker Faire Africa che si sta tenendo a Lagos, in Nigeria.

Il generatore riesce a produrre sei ore di elettricità con un litro di urina. Come? L’urina viene inserita in una cella elettrolitica che separa l’idrogeno. Questo viene inserito in un filtro per la purificazione e spinto successivamente in una bombola del gal, la quale spinge l’idrogeno in un cilindro contenente borace liquido.

Infine l’idrogeno viene spinto nel generatore. Il tutto controllato da valvole di sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    L’idrogeno viene spinto in una bombola, viene spinto in un cilindro con borace liquido …
    Conta poco che da 1 litro di urina si ottengano 6 ore di elettricità (con che potenza?)
    Ciò che conta è se nel complesso il processo sia attivo o passivo dal punto energetico.
    Comunque esso sia, personali complimenti alle quattro ragazze.

  2. walter says:

    Scoperta sensazionale,ed ora con tutte le nigeriane che abbiamo in itaglia,mandiamole tutte a pisciare al loro paese

  3. pippo gigi says:

    Quindi la pipì genera ricchezza? appena lo saprà tasserà anche quella….

  4. Dan says:

    Italiani prendete appunti che tra qualche tempo la corrente col piscio ce la dovremo fare noi

  5. Stefano Nobile says:

    mi sembra un po’ una cagata.
    Non vorrei che la spesa energetica fosse superiore alla resa (come sospetto fortemente).
    Se invece la cosa fosse realmente efficace, immagino già i verdi e il governo vietarne l’uso. Per precauzione.

    • Dan says:

      Considera che da loro dopo 50 anni di donazioni, fao, associazioni “invia l’essemmesse” e beneficenza pelosa, si continua ad andare avanti allo stesso modo.
      Per come sono messi, anche pochi watt generati con una delle poche cose di cui hanno abbondanza è comunque un tesoro.
      Comunque sono d’accordo, da noi per precauzione vieteranno qualsiasi cosa anche i criceti dentro le ruote, fosse mai che qualcuno avesse l’idea di attaccarci un alternatore.

Leave a Comment