Egitto, approvata nuova carta: referendum e militari protagonisti

di REDAZIONE

L’Assemblea Costituente egiziana ha approvato il testo della Carta – che sara’ sottoposta a referendum a gennaio – messa a punto negli ultimi mesi con alcune conferme e poche sorprese. Vengono confermati gli ampi poteri di cui godono i militari, il vero potere forte dell’Egitto, a partire da quello di far processare in tribunali militari i civili “nel caso di un attacco contro le forze armate, installazioni militari o personale militare”.

La sorpresa e’ che andra’ riscritto il testo che indicava la tabella di marcia per le nuove elezioni, presidenziali e legislative. Trentatre sui 50 membri della Costituente hanno bocciato la versione attuale. Alcuni vogliono che le presidenziali si tengano prima delle legislative Dei 247 articoli della Carta 4 non sono stati approvati e saranno riesaminati. Tra questi l’obbligo per lo Stato di garantire una rappresentanza della minoranza cristiana-copta, dei giovani e degli agricoltori, e, infine, quello sulla legge elettorale in se’.

Oggi, intanto, la polizia ha lanciato gas lacrimogeni nel tentativo di disperdere circa duemila sostenitori del presidente egiziano deposto Mohamed Morsi, radunatisi in una protesta in piazza Tarhir al Cairo. E’ la prima volta che manifestanti islamisti protestano nel luogo simbolo della rivoluzione che ha deposto Hosni Mubarak, dalla deposizione di Morsi avvenuta il 3 luglio.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment