Effetto Brexit. Il ministro britannico: Prima gli inglesi

brexit2

Costringere le imprese a stilare una lista dei lavoratori stranieri presenti nel proprio staff. Questa la proposta illustrata dalla ministra degli Interni britannica, Amber Rudd, e sommersa dalle polemiche. Secondo quanto riporta il Daily Mail, obiettivo della misura sarebbe incoraggiare le aziende ad investire di più nel personale nato e cresciuto nel Regno Unito, ma l’idea non è piaciuta affatto alle imprese. Diverse società hanno condannato il progetto, sottolineando che avrebbe potuto smentire le dichiarazioni del governo secondo cui il Regno Unito rimarrà una nazione ‘aperta’ anche dopo la Brexit.

La ministra, parlando a Bbc, ha difeso il progetto, sostenendo che sarebbe l’unica soluzione per permettere ai giovani britannici di ottenere un lavoro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment