Economia italiana ancora giù. Ripresa non prima del 2014

di REDAZIONE

“La ripresa dell’economia italiana sara’ lenta e bisogna attendersi una flessione del pil sino alla meta’ del 2013 con un ritorno a tassi di crescita positivi solo nel 2014″. E’ quanto ha spiegato il responsabile Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, intervenendo al convegno promosso a Parma da Confindustria Emilia Romagna. “La dinamica delle esportazioni nette riuscira’ a compensare solo parzialmente la flessione della domanda interna”, ha aggiunto De Felice secondo cui per il 2013 “e soprattutto per gli anni successivi” potrebbe emergere la necessita’ di una correzione (nell’ordine dello 0,5%-1% di pil sul 2014) che con tutta probabilita’ “sara’ lasciata al governo che uscira’ dalle prossime elezioni politiche”.
“Dalla crisi del 2008 – ha spiegato nel corso del suo intervento il direttore generale di Intesa Sanpaolo Gaetano Micchiche’ – abbiamo assistito ad un cambiamento epocale negli scenari concorrenziali ed i punti chiave per sostenere oggi la crescita del nostro sistema industriale sono tre: innovazione, dimensione, internazionalizzazione”. “Il costo del funding e la sottocapitalizzazione – ha spiegato Micciche’ – penalizzano gravemente le imprese nei confronti della concorrenza globale; servono quindi dimensioni minime ottimali, che superino vincoli culturali, aprano il capitale a terzi e diano adeguate regole di corporate governance, in grado di modernizzare il nostro tessuto imprenditoriale, aprendolo sempre di piu’ verso i mercati internazionali. Sono strade che bisogna ineluttabilmente percorrere, chi le segue resistera’, si sviluppera’ e crescera’. Chi non lo fara’ e’ destinato al declino”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. andrea says:

    Ecooci siamo nel 2014 e l’economia italiana sta crollando a picco senza spiragli di ripresa!
    Adesso sarebbe da giustiziare chi diffonde false illusioni e chi non ha ancora fatto niente di concreto…anzi…
    Tasse sempre in crescità, debito pure e fuori controllo…
    Solo l’indipendenza delle regioni ci può salvare ma dobbiamo fare presto!

  2. Salvo says:

    Stessa solfa dal 2008…

  3. liugi says:

    Quando si dice “ripresa nel 2014” dobbiamo intendere: “le nostre previsioni non arrivano fino al 2014”.

  4. Antonino Trunfio says:

    la ripresa come altre minchiate (tipo lo spread, il pil, il pareggio di bilancio) sono concetti relativi e specchietti per le allodole (leggasi popolo beota).
    La libertà è un concetto assoluto e non la si può spacciare per altro.

Leave a Comment