Ecco i deputati sempre assenti: Reguzzoni scomparso dalla Camera

di TONTOLO

I parlamentari gli avremmo votati anche per stare in aula a seguire i lavori e a votare. Ma molti se ne impippano. E allora ecco che, grazie ai dati pubblicati da “openpolis”, possiamo scorrere l’elenco dei deputati che nello scorso di giugno hanno collezionato il 90% di assenze, in sostanza coloro che a votare non ci vanno praticamente più. C’è Niccolò Ghedini, probabilmente intento a difendere gli interessi del suo miglior cliente. Ci sono Umberto Bossi (e vabbè, questa presenza diamola per scontata), Michela Vittoria Brambilla, che starà inseguendo qualche animale in giro per il mondo, ed Ignazio La Russa, probabilmente intento a consolare i suoi amici Ligresti caduti in disgrazia. C’è Silvio Berlusconi, impegnato nella progettazione della sesta “ridiscesa in campo”, alla soglia degli 80 anni. Non poteva mancare Massimo Calearo:ricordate?, a marzo disse che recarsi alla Camera era “un lavoro usurante”, che tanto lui non ci andava più, e che utilizzava quei 12 mila euro al mese per pagarsi il “mutuo della casa appena acquistata”. Le polemiche furono millanta, lui promise di dimettersi, poi si rimangiò tutto, e dopo 4 mesi eccolo ancora lì a fare record di assenze.

Nella lista c’è naturalmente Luca Barbareschi, presissimo da una delle sue solite produzioni cinematografiche. Dove?, in Cina. Proprio ieri a “La Zanzara” di Radio 24 dichiarava: “Questo mese ho dovuto fare dei giri per la mia fondazione, e ho fatto un sacco di cose interessanti … Io in Cina per un film? Ma saranno affari miei? Se ci sono stato? No! … Beh, forse due giorni, tre giorni, un sacco di avanti e indietro, ma non solo lì, anche in America, in Spagna … cose per il Paese”.

E, sorpresa delle sorprese, c’è un leghista che batte anche Umberto Bossi nelle assenze, uno che ha mancato tutte e 160 le votazioni svoltesi il mese scorso. Chi? Elementare, Watson, ma l’ex capogruppo Marco Reguzzoni, l’ex enfant prodige del Carroccio, che a malapena aveva fatto apparizione al congresso di Assago. Ormai uno dei pilastri del fu “cerchio magico” è totalmente fuori gioco e starà studiano cosa fare da grande. Chissà se la sua amica (o ex pure lei) Rosi Mauro se lo piglierà in Siamo Gente Comune…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Veritas says:

    Dicono che sia molto intelligente ma che non sappia dialogare, cosa assolutamente necessaria in politica.
    Resta comunque il genero di Speroni e vedretee che ritornerà….

  2. lory says:

    è un cialtrone.

  3. Albert Nextein says:

    Spero lo carcerino.
    Una bella facciotta da galera.

  4. Dan says:

    Se la gente li aspettasse fuori e li riempisse di botte, costoro tornerebbero in fretta a fare il lavoro per il quale sono lautamente pagati o in alternativa darebbero le dimissioni.
    Ma come al solito, la gente non fa niente e questi godono.

Leave a Comment