Ebola? No, Grazie! Incontro pubblico Domenica 16 Novembre

di REDAZIONE

A che punto è il virus? Dove e come si sta diffondendo? Ma, soprattutto, perché lo Stato non ha attuato tutte le necessarie misure per evitare il rischio di un contagio e le sue potenziali e micidiali ricadute sulla popolazione?
Gli sbarchi incontrollati sono la conferma dell’incoscienza di un governo che antepone il consenso del solidarismo cieco rispetto alla sicurezza della popolazione.
Le frontiere non esistono più, neppure per i clandestini, e gli “alleati” scaricano i militari provenienti dalle zone a rischio in quarantena a casa nostra. Chi è padrone insomma delle nostre terre? Delle nostre case?
” Questo Stato criminale ha importato in Lombardia un milione di clandestini!
Questo Stato ci ha depredato di ogni cosa, dalla casa al lavoro! – recita il manifesto di Indipendenza Lombarda – ORA EBOLA CI RUBA PERFINO LA VITA! Lombardi!
Tutti uniti!! Siamo oltre 9 milioni!! RISPEDIAMO QUESTO STATO E IL SUO CRIMINALE DISEGNO
DI DISTRUZIONE IN AFRICA!”.
Se ne parlerà domenica 16 novembre con Indipendenza Lombarda, all’Hotel Cavalieri di piazza Missori a Milano, dalle 10.30. Interverranno: Giulio Arrighini e Roberto Bernardelli, Francesco Formenti (Indipendenza Lombarda), Carlo Fatuzzo (Partito Pensionati), Alessandro Gioia (300 Lombardi), Giorgio Massocco e Giancarlo Orini (Serenissimi).

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Tranquilli, l’Ebola é una epidemia che non colpisce tutti, dipende dal proprio livello personale di fattori immunizzanti. Ad esempio i Politici sono scarsi di visione a lungo raggio e deficitari in ormoni intellettuali che permettano un paragone equilibrato con l’uomo sapiens. Se ben osservati, hanno tutti slementi visivi contrapposti ad un normale essere umano.
    Anthony Ceresa.

Leave a Comment