Immigrazione, perché il Papa non scomunica le multinazionali?

di MARCELLO RICCIpapa-francesco-estende-mano

Ebola è malattia mortale di abbastanza recente identificazione, non è ancora certo se sia dovuta a mutazioni spontanee di un germe già noto o prodotte il laboratorio; di certo ora c’è ed quasi sempre mortale; Anche le grandi multinazionali, in gran numero, sono mutazioni del colonialismo che ha radici antichissime basta pensare alla Roma imperiale dove gli schiavi potevano acquisire la condizione di liberti come oggi gli immigrati con la scolarizzazione (o senza) acquisiscono la cittadinanza.

L’acquisizione delle colonie, nella fattispecie l’Algeria, è perfettamente spiegata nel romanzo realista Bel Amì di Guy de Maupassant (1885). Le primavere arabe particolarmente quella libica sono pagine di becero colonialismo. Il colonialismo ha molteplici facce, una è quella di Roma Capitale che con il mostro burocratico e l’oppressione fiscale costringe i cervelli a emigrare e gli imprenditori a delocalizzare le industrie. Ai Veneti si nega il diritto entrare in Europa (sempre che esista) con una propria identità, sino al punto di impedirgli di esprimersi su questo diritto. I migranti che affogano neL canale di Sicilia, sono più considerati degli imprenditori che si tolgono la vita per il mancato pagamento dei i crediti che hanno con la stato italiano o per le tasse inique e eccessive, riconosciute come tali anche da chi le impone.

Papa Francesco si spende per i migranti e compiange i morti nel canale di Sicilia, ma nulla dice sulle multinazionali che riescono a rendere poveri fino a indurli alla fuga i nati in un continente come l’Africa ricco nel suolo e nel sottosuolo. Le multinazionali sono un dogma, un mistero della Fede? I credenti rifiutano questo approccio, solo Paolo VI lo affrontò nell’enciclica Populorum progressio (26 marzo 1967), poi l’oblio. Dopo aver esaurito le lacrime qualche cosa di concreto può essere fatta, attraverso le sedi diplomatiche, le sedi commerciali (Ice) le sedi culturali e le missioni; spiegare agli africani che il benessere che cercano e su cui vantano indiscutibili diritti è lì, in quel continente da cui fuggono, anche rischiando la vita. Più concreto è rischiarla per cacciare i ladri e difendere la propria terra. Questo non un inno per i fanatici assassini dell’Isis e tanto meno una giustificazione al loro criminale agire, ma il colonialismo in qualche modo ha influito sulla sua nascita. I ricercatori riusciranno a debellare l’ebola, ma Papi e Governanti riusciranno a riportare le multinazionali nel ruolo d’impresa?

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Le migrazioni sono protagoniste della nostra era. Immensi e fertili territori perdono demografia, mentre bande di violenti imperversano depredando chi rimane. Quale risorsa collettiva può nelle migrazioni? Quale per i singoli? Il lavoro minorile e i “bambini soldato” sono fenomeni indotti dall’abbandono territoriale degli adulti. Perché la filantropia occidentale tollera la fuga dalle responsabilità civili, quando avvengono tra i “poveri”? Perché “amare il nemico” si rivela il fallimento più eclatante del cristianesimo? I progetti economici possono riuscire dove le demografie sono costantemente instabili? Interrogativi che cercano risposte in un pianeta dove le negligenze umane guadagnano ineluttabilmente la punizione. http://www.amazon.it/MIGRAZIONI-RISCOSSA-SINGOLI-ROVINA-FRONTIERE-ebook/dp/B00CH0UTD4/ref=sr_1_6?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1422828083&sr=1-6&keywords=ulisse+di+bartolomei

  2. Castagno 12 says:

    I fanatici per il Vaticano non arrivano e non riescono a capire che il Papa ha una duplice funzione: è il Capo di una religione ed anche di uno stato, lo STATO DEL VATICANO che da tempo privilegia GL’INTERESSI POLITICI e FINANZIARI a quelli pastorali.

    1) Da qui le sue ingerenze nella politica dello Stato italiano, sottomesso al Governo Mondiale:
    il patrimonio immobiliare legato alla Santa Sede è il 20-22% del totale italiano.
    E il mancato versamento delle tasse (ICI/IMU) delle strutture ecclesiastiche, prive del diritto di esenzione è di circa un miliardo di euro l’anno.
    Vedi anche il libro di Massimo Teodori “Vaticano rapace – Lo scandaloso finanziamento dell’Italia alla Chiesa” – edizione I Grilli Marsilio.

    2) Lo Stato del Vaticano ritiene legittime anche le sue ingerenze nella politica internazionale:
    quindi il Papa approva ed esorta gli arrivi di stranieri in italia, ignorando, con tanta disonvoltura, i dati della densità di popolazione e la sopportabilità del territorio italiano.
    Anche i partiti italiani, NEI FATTI, sono a favore dell’invasione dell’italia.
    La Lega protesta a parole, ma asseconda puntualmente Silvio il mondialista che, alla pari degli schieramenti opposti ha sempre approvato gli arrivi ed ha sostenuto i relativi costi.
    Ma l’italia “deve passare in mani straniere”: vedi occupazione fisica del territorio e gli acquisti di immobili e di imprese.

    Il Vaticano ha una sua Banca, lo IOR (Istituto Opere di Religione).
    Denominazione originale ed impropria:
    il Vaticano è azionista di Banca Carige che è socio PRIVATO di Bankitalia.
    Quindi il Vaticano riscuote parte delle entrate generate dalla Emissione di Valuta che genera Debito per lo Stato italiano e TASSE PER IL CONTRIBUENTE.

    Dette Entrate di Bankitalia sono ESENTASSE per una norma che si sono dati i banchieri e che viene riconosciuta e tollerata da qualsiasi governo italiano che si fa anche carico di tutti i dipendenti di Bankitalia (PRIVATA per il 94,75%).

    BENEFICIENZA NON STOP !

    Anche se i cittadini italiani hanno un comportamento diverso da quello dei politici, la maggioranza degli elettori li approva, li vota perchè la testa è quella:
    CHI SI ASSOMIGLIA SI PIGLIA !

  3. Castagno 12 says:

    Il Papa “NON SCOMUNICA LE MULTINAZIONALI” per la semplice ragione che IL VATICANO è a favore del Governo Mondiale,

    Le Multinazionali costituiscono una realtà fondamentale per il dominio sui popoli, per la gestione del DISASTRO.
    Al pari dei Gruppi bancari, sono nelle mani di amministrazioni, di gruppi di gestione guidati e controllati da Lorsignori.

    Poco tempo prima di lasciare il suo mandato, Papa RATZINGER aveva dichiarato pubblicamente che lo Stato del Vaticano approva il Governo Mondiale.

    Dichiarazione ovvia, scontata per le persone informate e sveglie.
    Infatti detto Governo aveva già avuto il consenso di Paolo VI e dell’ineffabile Monsignor Capovilla.
    Invece i dormienti non hanno mai capito ed i fanatici che identificano con il Vaticano la nostra religione, la Fede Cattolica sostengono, ostinatamente, che il Papa non può sbagliare.

    Evidentemente, questi sciagurati, gradiscono l’attuale DISASTRO GLOBALE !

  4. LUCIO says:

    ..MA SE IL VATICANO E’ LA PIU’ GRANDE MULTINAZIONALE(SOLO LA COMPAGNIA DELLE OPERE/COMUNIONE E LIBERAZIONE FATTURA 70 MILIARDI DI EURO L’ANNO…) COME FA A SCOMUNICARE SE STESSO..???

    • leonardo says:

      Troppo facile e semplice dare le colpe di tutto quello che avviene di negativo in Africa, sempre e solo alle multinazionali.
      Mai che qualcuno parli delle guerre che avvengono per motivi riguardanti le religioni e tra le varie etnie presenti, che provocano morti, miseria e milioni di persone che vagano da un paese all’altro come profughi. Si da per scontato che la corruzione e le ruberie di chi governa quegli stati siano la normalità e quindi non si valutano gli effetti sulle popolazioni locali. Quasi mai si parla del problema di un incremento demografico di quel continente che non ha uguali nel resto del pianeta ed è da tempo fuori controllo, come fuori controllo risultano in vari paesi malattie che rischiano, con l’emigrazione e la globalizzazione, di propagarsi in ogni parte del mondo.
      Ma . . . sono le multinazionali a mettere in ginocchio l’Africa.

      • franco says:

        Non è facile è semplicemente vero e logico:
        Ebola:Guinea,Sierra Leone,Liberia,Nigeria.
        Vedi risorse minerarie :
        http://spilpunt.blogspot.it/2007/04/nigeria.html
        etc
        terre rare,grafene….addirittura europa (da Tg invio truppe….)
        e sopratutto US vs CINA attuale maggiore fornitore terre rare.
        Se devi fare investimenti(che ritengo la cosa più sporca del mondo) investi in queste ditte per il futuro
        vedi tu.

Leave a Comment