E se la prossima mossa fosse la convergenza Renzi-Salvini? Occhio al Centro-Nord

italia

di Sergio Bianchini – Subito dopo le elezioni politiche del 2018 dissi che mi sembrava difficile un’alleanza tra nord e sud per governare il paese ma che l’avrei comunque considerata come una soluzione temporanea positiva della crisi politica cronica del paese. L’alleanza 5 stelle lega è stata per un anno la realizzazione di questa ipotesi ma le vicende dell’agosto 2019 hanno dimostrato la sua difficoltà e forse impossibilità.
Il centro Italia è diviso in due, una parte con Zingaretti preferisce un ripristino della pluridecennale alleanza del centro col sud che ha governato il paese per 40 anni. I cinque stelle, pur esprimendo con Di Maio una disponibilità maggiore all’alleanza col nord vedono prevalere, ammantato di slogan utopistici, questo tipo di vicinanza. Che procede con il tradizionale centro-sudismo con caratteristiche antindustriali e la consueta ostilità verso il nord “ricco, freddo ed egoista” che va quindi punito e spennato finanziando lo stato assistenziale.
Il secondo governo Conte ha ripristinato la defunta alleanza centro-sudista che chiaramente non può più reggere perché il nord non può essere ulteriormente spennato. Esiste però un’Italia centrale che con Renzi si oppone a questa linea e credo evolverà verso un’alleanza col nord che oggi è espresso da Salvini pur con tutta la controversia sul clamoroso e silenzioso abbandono del secessionismo e del federalismo.
Può sembrare assurdo ma la convergenza Salvini Renzi, a ben vedere, risulta fondata oggettivamente perché nell’Italia tripolare ci vuole necessariamente un incontro tra due parti. Resta però ad ostacolarla l’incredibile e impossibile posizione di Renzi sui prelievi di africani. A mio parere solo abbandonando questa posizione, che ha portato a prelevare 500.000 disperati in tre anni, 2014- 2017, con 5 miliardi di spesa all’anno, potrà concretizzarsi l’alleanza con Salvini.
Questo folle prelievo adesso è ripreso e viene mascherato come ineluttabilità dei salvataggi ma ormai non ci crede più nessuno. E Renzi alla fine spiegherà, dopo averlo abbandonato, l’origine del suo accanimento “salvifico” che a mio parere risiede nella politica internazionale e negli accordi con Obama e Prodi i cui contenuti reali sono però sempre rimasti segreti.
Ovviamente l’alleanza centro nord dovrà, una volta al governo, misurarsi con tutti i problemi che ben conosciamo ma potrà farlo senza la zavorra della cultura parassitaria, anti-imprenditoriale e antindustriale.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment