E per Trenord la catastrofe ferroviaria è un “Inconveniente tecnico”. Quanto vale la vita di chi lavora? Poco, anzi niente, per i figli nordici del liberismo politico

di ANGELO VALENTINO – Quanto vale la vita di chi va a lavorare? Meno di un appalto per la manutenzione di una linea ferroviaria? Meno di un ritardo? Meno meno meno.

Ecco cosa leggiamo dalle agenzie che ci informano sulla grande strategia di comunicazione istituzionale della rete ferroviaria del civile nord. L’indifferenza. Proteste sul web per la segnalazione della società Trenord dopo l’incidente ferroviario alle porte di Milano. Sui tabelloni elettronici in stazione e attraverso il profilo twitter, la società aveva parlato in un primo momento di “inconveniente”. La foto della segnalazione ha fatto infuriare i social in questo momento di dolore per le vittime del deragliamento, avvenuto a Seggiano di Pioltello. Tra questi, alcuni recitano: ‘La vita di una persona non è un inconveniente tecnico’.

Quando chiami INCONVENIENTE TECNICO un incidente con morti e feriti, forse hai qualche problema con il crisis management.

“Circolazione interrotta tra Treviglio e Milano a causa di un inconveniente tecnico a un treno”, si leggeva nel tweet di Trenord delle 8.09. “L’inconveniente tecnico si chiama deragliamento. E ci sono dei morti” fa notare Daniele Banfi su twitter. “Inconveniente tecnico? 100 feriti, 10 gravi, 2 morti… disumano” scrive Carlos Almiron.

“Il deragliamento di un treno che ha causato morti e una cinquantina di feriti oggi viene definito da #Trenord “inconveniente tecnico”. Non commento, meglio” aggiunge sempre su twitter Simona Bellocci.

L’inconveniente sono 2 morti e diversi feriti anche gravi? Ma vi rendete conto di quello che scrivete? Vergogna

 

“#trenord siete scandalosi,- aggiunge Ilaria Possenti – non potete annunciare ritardi per un inconveniente sulla linea quando è deragliato un treno!”. “Male e malissimo. Usiamo le parole – prega Paulo R. – come si dovrebbero usare. Già fate pena in tutto, vi prego almeno su i social un linguaggio corretto per questo brutto momento”. “Ma un minimo di vergogna no ? Inconveniente tecnico! – sbotta Alba Cosentino – DISASTRO FERROVIARIO CON MORTI E FERITI…” . “Alla faccia dell’eufemismo!!!” si accoda l’utente Palla. Per far capire meglio il concetto, The Wickedly talented posta una foto del treno deragliato con la didascalia: “Inconveniente tecnico?”. Valeria Capellaro gli risponde che “scrivere in una comunicazione ufficiale dettagli di morti e feriti, magari prima che i soccorsi abbiano finito, mi sembra peggio”, ma la sua è una voce isolata tra le tante critiche.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment