E i portuali di Barcellona non lavorano per le navi della polizia: “Sono barche della repressione”

 

epa06214881 People demonstrate outside the regional Economy Ministry in Catalonia during a police search for documents connected with the organization of the Catalan independence referendum, in Barcelona, Spain, on 20 September 2017. EPA/ALEJANDRO GARCIA EDITORIAL NOTE: POLICEMEN'S FACES BLURED DUE TO SPANISH LAW

I lavoratori portuali di Barcellona hanno deciso di non prestare servizio alle due grandi navi che la polizia nazionale ha deciso di utilizzare per alloggiare gli agenti inviati in Catalogna per far fronte alle proteste che accompagnano la convocazione del referendum per l’autonomia del primo ottobre. La decisione, in base a fonti dei lavoratori riportate dai quotidiani spagnoli, e’ stata presa all’unanimita’ in un’assemblea dei lavoratori e riguarda due navi commerciali, che sono attraccate al porto mercoledi’. Gli scaricatori di porto, fanno sapere le fonti, ritengono le due navi sono “barche della repressione” e hanno preso la decisione “a difesa dei diritti civili”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. luigi bandiera says:

    IMPARARE dato che NON E’ MAI TROPPO TARDI. Per imparare almeno in teoria.

    L’UNIONE KOMUNISTA EUROPEA ha CARTE PIU’ BELLE DEL MONDO.
    DEMOKRATIKE FINO ALL’OSSO. HANNO L’art. 21… se parli come vuole il potere.
    Ha liberta’ di culto, non di cultura.
    Insomma si legge dai fatti che demokrazia = KOMUNISMO, il peggiore.
    Almeno ad oggi e’ cosi’. Ma ieri com’era..??
    KOMPAGNA..!
    Da OLIVER CROMWELL a MARX; da Togliatti a Berlinguer; da lui a lui… quello e’ il demokratiko potere.

    Nessuno piu’ suona la sveglia e cosi’ si sta mutando per non dover morire.

    Quindi..?

    Va in dittatura dove genera i suoi antikorpi.

    La SX come la DX, stessa medaglia, non e’ il bene.

    Per avere la volonta’ popolare ci vuole un LEADER che pensi solo al popolo.

    Ci puo’ stare un leader a capo di una grande e bella squadra eletta dal popolo.
    Dato che cosi’ come funziona oggi non va bene, nemmeno se per sogno.
    ELETTI TUTTI I RAPPRESENTANTI O INCARICATI A GOVERNARCI.
    I MEMBRI dei tre o cinque poteri devono essere TUTTI ELETTI DAL POPOLO.
    Lo si deve costringere ad interessarsi di politica e non a demandare..!
    E, PRIMA, il primo posto, E’ DEL CITTADINO, detto sovrano proprio per sto kax di motivo.
    Poi tutti gli altri. Oggi e’ davvero viceversa.

    Avanti un’altra…

  2. caterina says:

    quanto mi piacciono questi catalani! Loro si’ che fanno sul serio!

  3. RENZO says:

    Questo bisognava fare dopo il Po…. 21 anni fa…. ma i nostri conducator non sono mai andati oltre le vuote parole…. tattiche senza strategie
    WSM

Leave a Comment