E Giacomo Chiappori sbaraglia ancora a Diano Marina

chiapporiDiano Marina. Come un leone ha atteso per due mesi le sue prede alla conta dei voti.  Con calma e pazienza. Alla fine l’ha spuntata il vecchio saggio della politica Giacomo Chiappori. L’ex onorevole della Lega Nord che ha trovato l’appoggio del senatur Umberto Bossi e di Matteo Salvini arrivati a Diano per far capire il peso politico del sindaco uscente ha vinto ed è tornato al suo posto. E’ di nuovo seduto sulla poltrona che conta: quella di sindaco di Diano Marina. “Ho vinto perchè sapevo che i Dianesi non mi avrebbero mai voltato le spalle. Ne ero sicuro”. Chiappori come Hulk alla Notte Bianca di ieri sera ha mostrato i denti ed ha vinto di misura. Felici e contenti tutti i componenti della sua squadra.

E adesso che cosa succederà? “Si torna in Comune come tutti i giorni per chiudere interventi che la cittadina attende da anni mettendo davanti a tutto gli interessi della comunità – ha detto con grande soddisfazione per la vittoria Giacomo Chiappori –  E di interventi ce ne sono davvero parecchi: il raddoppio della ferrovia, il collegamento al depuratore di Imperia, il verde pubblico, il porto, la Gm, la sistemazione dell’Incompiuta, il rilancio del turismo e del commercio con il coinvolgimento delle categorie e una attenzione maggiore alle frazioni e alle scuole con la costruzione anche di un auditorium”.

giacomo chiappori vincitore

Poi un occhio ai rifiuti: “Certamente. Sarà nostra cura e impegno quello di avviare un appalto mirato per la raccolta porta a porta. E’ uno degli obiettivi che ci siamo prefissati in questa campagna elettorale, ma lo era già programmato nei mesi scorsi”. Tutto si svolgerà nella massima trasparenza? “Si – dice Chiappori – Va evitato in tutti i modi che qualcuno si inserisca e faccia interessi privati in tutte le cose dell’amministrazione comunale”.

 

Per la conquista del palazzo comunale c’erano altri quattro sfidanti  Michele Calcagno, ingegnere, 43 anni, candidato di “Diano Riparte”, Marco Ghirelli, 37 anni, laureato al Dams, operatore culturale per il Pd, Loredana Grita, ex giornalista, per “Diano oggi per domani”, Simone Borgarello, 29 anni, farmacista, per il Movimento 5 Stelle.

da http://www.riviera24.it/

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment