E Facebook censura i Watussi di Edoardo Vianello. E’ discriminatoria e non politicamente corretta

Hanno scritto su Facebook…

di GIOVANNI POLLI – L’ha fatto, l’ha fatto: FACEBOOK sarebbe RIDICOLO se non fosse semplicemente DEMENZIALMENTE TRAGICO. Mi hanno rimosso il post con i Watussi di Edoardo Vianello, non pensavo ci sarebbero arrivati davvero. Che dire? Sempre più vicino a fare armi e bagagli definitivamente.watussi

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Gia’, ed io insisto:
    l’intellighenzia occidentale e’ MALATA, MOOOLTO MALATA.
    La CURA..?
    DURA LEX SED LEX…
    ALLONTANARLI DAL POTERE, DA QUALSIASI POTERE.
    Ora forse si capira’ perche’ il GIUSTO ce l’aveva su con gli scriba, farisei e dottori…
    Preghiamo…

  2. luigi bandiera says:

    STIAMO SOCCOMBENDO E NON LO SAPPIAMO: ha diversi anni questa frase.

    Ci vogliono tutti KOMPAGNI… e livellati alla loro “altezza”.

    Scrivevo che l’intellighenzia occidentale e’ MALATA.
    I segnali arrivano e non sono sentiti sebbene sono chiari e forti.

    Scrivevo due che il KOMUNISMO e’ al potere nelle terre occidentali.
    Pensare che e’ perfino in USA, loro nemici dichiarati del detto KOMUNISMO.
    Ma c’e’ chi ancora non vede e non sente e afferma che il KOMUNISMO non esiste.

    Si. Se avessi potere, quello vero, darei la vista ai ciechi..!
    Tuttavia, anche i giornaloni censurano specie se non capiscono cosa si e’ scritto..!

    Buona Pasqua Giovanni e ocio sempre, il nemico e’ tra noi come il noto CAVALLO DI TROJA…

  3. alessandro guaschino says:

    Sono gli effetti nefasti del politically correct, queli per cui se a un politico dici che è un incapace o un idiota patentato fai populismo, se il politico è donna fai sessismo, se dici che uno zingaro ruba fai razzismo.
    Nella seconda guerra mondiale esisteva una nave da guerra americana che si chiamava “nigger”, poi qualcuno decise che “nigger” per definire gli afroamericani era razzismo, non si sa perché. Visto che la madre degli idioti è sempre incinta e particolarmente prolifica in Italia qualcuno qui decise di copiare gli americani, quelli dell’obesità diffusa, delle brutte case, degli orribili grattacieli, del cibo scadente ed uguale dappertutto per intenderci e quindi anche in Italia “negro” è diventato offensivo, dimenticandosi che negro deriva dal “nigro” che in quella lingua indicava il colore nero, per l’appunto.

  4. gian luigi lombardi-cerri says:

    Ormai siamo all’idiozia eretta a sistema

Leave a Comment