Dove hanno trovato i migranti gli 8.500 euro per pagarsi il viaggio?

di BENEDETTA BAIOCCHItitanic

La prima classe costa mille lire, la seconda cento, la terza dolore e spavento…

Ma i viaggi dal Nord Africa in terza classe costano oggi sul Titanic degli schiavisti anche 8.500 euro a traversata. Se le cifre sono confermate, non può che farsi avanti una domanda: ma dove trova un capitale così importante una famiglia di clandestini? E come fanno i senza lavoro a recuperare il contante per partire sui traghetti degli scafisti? Dalle notizie di agenzia si legge di una immigrazione in ‘prima classe’. E’ uno degli aspetti singolari emersi da un’indagine a Ragusa che ha fatto chiarezza su un recente sbarco a Pozzallo. Tre gli scafisti siriani arrestati dalla Squadra mobile di Ragusa: erano al comando di uno yacht di lusso battente bandiera turca, di 25 metri con a bordo e 98 siriani e palestinesi, tra cui 23 bambini. Esosa la tariffa richiesta per la traversata conclusasi due giorni fa: 8.500 dollari a testa per partire dalla Turchia con un’imbarcazione sicura e pochi passeggeri a bordo. A incastrare l’equipaggio sono stati i selfie e altre foto scattate dai passeggeri. Agli organizzatori un profitto di quasi 800.000 dollari per il viaggio.

Insomma, parliamoci chiaro, cosa c’è oltre l’inimmaginabile traffico di persone? Che progetto di “invasione” è alimentato, sostenuto, foraggiato? Non è paradossale che chi non ha nulla e viene a elemosinare in Italia lavoro e una casa, possa permettersi di spendere 8.500 euro per sbarcare da clandestino o presunto profugo? E’ tutto così scontato? C’è uno sponsor in questa marcia della disperazione a peso d’oro?

 

 

Print Friendly

Related Posts

12 Comments

  1. Non ce la faccio piu’ a seguire i programmi televisivi sugli invasori.
    Basta, non li seguo piu’ e che succeda quel che succeda.
    Scrivevo: l’intellighenzia occidentale e in particolare l’italiana e’ MALATA.
    In questo stato ormai allo sbando e preda dell’islam e dell’ignoranza si perde solo tempo a dire o a voler dire che l’ALTRO e’ il colpevole. L’altro e’ fuori di testa. Che l’altro e’ cattivo e avanti cosi’ fino alla fine del TITANIK ITALICUS. Fanno come fecero i suonatori della nave inaffondabile.
    Ad oggi ci vorrebbe veramente poco per occupare l’ex italia.
    Come si puo’ notare non servono ARMI.
    Basta solo “POVERETTI”…
    E continuano a sostenere, sti intellighentis malati, che quelli la’, che arrivano in barca, come dei CRISTOFORI COLOMBO, sono una risorsa, lavoratori tutto fare, anzi, che faranno i nostri lavori.
    La malattia e’ peggio della peste che colpi’ la SRV (Serenissima Repubblica di Venezia).
    E fortuna che c’e’ il 25 aprile che cosi’ i “partigiani” festeggiano la vittoria… degli AMERICANI..!!
    Ma che partigiani sono se oggi si sono gia’ dimenticati di aver lottato per difendere i confini della loro patria..??
    Mi sa che vincere cosi’ porta a non tener conto del peso e delle sofferenze patite e vissute comunque per avere la vittoria. Beh, hanno lottato e vinto gli altri..?? Loro si sono accodati dopo la vittoria per festeggiare da bravi portoghesi.
    Sti taliani vanno sempre col vincitore: la vera storia docet.
    Non ne posso proprio piu’ di questi presunti patrioti ma tanto farisei.
    Salam

  2. Dan says:

    Guardatevi le foto giorno sull’ansa intitolata spettacolarmente “Disperati alla ricerca di un approdo”
    http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/04/23/disperati-alla-ricerca-di-un-approdo-foto-esclusive_718151d9-c38f-4489-aa7f-5973f1d7e0e2.html e facciamo un simpatico giochino: proviamo a contare quante donne e bambini riuscite a vedere a bordo.

    Non valgono le donne barbute ed i pupattoli con dieci anni per gamba

    • luigi bandiera says:

      E’ un’invasione di furbastri e non di disperati…
      Ovvio che poi trovano collaborazionisti qua che li passano avanti.
      Salam

  3. pigrecosan says:

    penso che abbiano venduto tutto quello che avevano prima di partire e laciare i luoghi di guerra.
    un viaggio sul gommone costa 2000 non 8000. quelli che possono permettersi un viaggio da 8000 non sono disperati ma sempre fuggitivi dai luoghi di guerra…cosa c’è da stupirsi…pensi che possano prendere un aereo come noi? pensi che abbiano un posto per fare i documenti? quando scappi dai banditi scappi e basta…e cerchio di passare confini dove ti lasciano passare, confini pericolosi dove non c’è più controllo e cerchi di arrivare al mare per trovare un passaggio…è così facile da capire…

    • Dan says:

      Un vero profugo non ha neanche quei 2000 euro. Questi sono veri e propri tour organizzati tipo i nostri pacchetti all inclusive per andare a Tokyo

  4. luigi bandiera says:

    C’e’ anche il dibattito, feroce a volte, su chi deve accogliere i profughi e i clandestini. Gli INVASORI.
    .
    Beh, io direi che se li dovrebbero cuccare quelli che hanno creato la CONFUSIONE PRIMAVERILE.
    .
    L’italia e’ intervenuta ma spintaneamente lo fece.
    Quindi e’ inutile chiacchierare inutilmente sul tema.
    Bacio le mani…

  5. luigi bandiera says:

    Quello che mi sono chiesto io da appena ho visto uno sbarco, e dissi (scrissi): e’ UN’INVASIONE..! (mi vanto di essere stato il primo ad esternalo).

    Certo che e’ tutto programmato e non per caso o voglia di… passare al meglio.

    Sfruttano quel sentimento e i loro soldi, senza dubbio, ma e’ TUTTO UN PROGRAMMA PRE ORGANIZZATO.

    Noi occidentali, orgogliosi di essere nel mondo “democratico” (alla Renzi), pensiamo di aiutarli perche’ poveretti scappano dalle guerre. Beh, sveglia intellighientis, noi li stiamo aiutando ad INVADERCI e tra poco SOTTOMETTERCI..!!
    E’ come una battuta di caccia alla volpe… ci sono e CONFUSIONARI e i CACCIATORI…
    I primi fanno tanta confu, magari qualche guerra, e i secondi poi si cuccano la selvaggina… quasi a gratis.
    .
    Non dobbiamo credere alle favole che qua in democrazia europea o occidentale non si corra nessun rischio: stiamo PERDENDO TERRENO E TRA POCO LA GUERRA che e’ in ATTO CONTRO DI NOI..!
    .
    Va ben che dire certe cose non va bene per gli italiani, ti censurano se vai un po’ sui bordi… pero’ si nota o no l’andazzo nemmeno piu’ pre bellico..? Si o NO..?

    An salam

  6. Dan says:

    Ricordiamoci sempre una cosa: 8500 euro sono 8500 per noi in europa. Sono tanti ma alla fine pochi.
    Se prendete quei 8500 e andate nei paesi di origine di questi “poveri profughi” voi non siete considerati benestanti ma ricchi.
    Paragonando il costo della vita medio di qui con la, avere 8500 euro in africa è come averne oltre 100 mila qui.
    Se ne fanno di cose con 100 mila euro…

    • luigi bandiera says:

      Spuntano come funghi i sinistri a gridare contro chi, invece, non vuole essere invaso.

      Tutta quella gente la, non uno alla volta, ma come un tsunami, quando arriveranno qua ci DEVASTERANNO in TUTTO E PER TUTTO..!!
      Beh, un tsunami che fa..? IL BUONO PER CASO..??
      Ma come gridano i filo invasione. Ho sentito una NUOVA LEVA (non ho capito se era PD o altro e non ricordo il canale perche’ quando strillano cambio canale) l’altra sera… (credo su rai3) giovane e carina ma quanto strillava e che espressione in viso che aveva. Non ricordo il nome ma sicuramente fara’ strada dato lo strillare proprio.

      In Campidoglio scelsero le oche… che avessero sbagliato..? (e’ una battuta).

      Salam

  7. renato says:

    E’ una serie di domande retoriche ? Lo è comunque; essa va però rivolta direttamente ad un componente il governo ombra; all’inconsistente, sempre elegante, dalle esternazioni illogiche e dagli svicolamenti talvolta puerili, dall’incompetenza e dall’inettitudine ineffabili, onorevolissimo Angelino (nomen omen) Alfano, petalo di una corolla che il presidente del consiglio ha voluto creare attorno a se, dimenticando, o più probabilmente non conoscendolo, il principio secondo il quale il capo si giudica dalla qualità dei suoi collaboratori. E Angelino Alfano è in buona compagnia con un ministro dell’economia sempre imbronciato e portavoce delle decisioni dei potenti di Bruxelles, di un ministro degli esteri che sembra sempre chiedere scusa per ciò che non ha ancora commesso. e via dicendo. Questo scenario fantozziano tragicomico dovrebbe indurre a rivolgere certe domande non alla platea, ma al palco delle autorità. E in modo straight.

  8. Paolo says:

    Se avessero avuto a disposizione tutti quei soldi sarebbero venuti in aereo!

    • Dan says:

      Già ma poi non avrebbero potuto spacciarsi da poveri profughi. A ben pensarci anche gli altri: se spendono 1500 euro per il barcone, ne possono spendere molti di meno e farsi dare uno strappo da una nave da crociera sulla rotta di ritorno.
      L’arrivare a lampedusa e mettere in scena il teatrino è parte di una precisa strategia studiata a tavolino.

Leave a Comment