Dottori facili in Svizzera, la magistratura indaga

di CASSANDRArsi

A darne notizia è il portale della Rsi, Tvsvizzera.it. E la questione avrebbe varcato la soglia anche della curiosità dei magistrati elvetici, decisi a capire cosa ci sia in questo fermento culturale in Ticino.

Scrive il portale: “Dodici università per 350mila abitanti. È quanto accade in Ticino, dove a fianco dell’Università della Svizzera italiana e alla Scuola universitaria professionale, riconosciute e ufficiali, sono spuntate altre 10 scuole. Di queste solo due sono ufficialmente riconosciute come atenei”.

Pare che la proliferazione sia dovuta ad un vuoto legislativo e approfittando del quadro normativo italiano che impone accessi a numero chiuso, ecco che il mercato oltre frontiera si apre. “Al contempo, appoggiandosi ad atenei riconosciti dell’U.E. (soprattutto nei paesi dell’est) possono rilasciare lauree che teoricamente sarebbero riconosciute in Italia”. Ma il quadro che si ha davanti è davvero complesso come riporta il servizio dei colleghi ticinesi: http://www.tvsvizzera.it/qui-frontiera/Boom-di-universit%C3%A0-private-in-Ticino-la-magistratura-indaga-4951015.html

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment