Dossier elettorale, Forza Italia avanti, supera la Lega

CINEMADa sempre i sondaggi sono il chiodo fisso di Silvio Berlusconi. Prima di ogni campagna elettorale o scadenza politico-parlamentare delicata, ne commissiona più di uno alla fidata Alessandra Ghisleri di Euromedia Research. Da qualche mese il Cav sta monitorando lo stato di salute del CENTRODESTRA in vista delle prossime politiche e il risultato è sempre lo stesso, come confermato dall’ultima rilevazione, arrivata ieri sul tavolo di palazzo Grazioli, fatta il 30 giugno scorso su un campione di 1000 interviste con metodo Cati e Cawi (attraverso telefono e web): la somma di Fi, Lega e Fdi arriva a quota 33% mentre Pd e M5S registrano una sensibile flessione e si fermano, rispettivamente, al 27,6 e al 26,9%. In particolare, il partito azzurro, stimato al 14,5%, è in vantaggio sul Carroccio, dato al 14%, mentre Fdi di Giorgia Meloni viaggia sul 4,5%. Deludente la consistenza di un presunto ‘partito animalista’, dato allo 0,7% . In netto calo Ap di Angelino Alfano con l’1,7%, mentre Mdp vale il 2,3%, Si l’1,5% e altri partiti di centro-sinistra (‘Possibile’+Pisapia+Rc) raggiungono il 2,3%.

Secondo il dossier speciale di Euromedia diffuso dal gruppo forzista alla Camera, ”è evidente che dopo le amministrative il CENTRODESTRA unito si conferma area maggioritaria nel Paese e che Fi, in vantaggio sulla Lega, guida la coalizione”. Forti di questi dati, gli azzurri tornano a lanciare un altro messaggio chiaro a Matteo Salvini e alle sue velleità di leadership. Berlusconi, raccontano, è proiettato alle urne e preferirebbe tenersi le mani libere. Per questo, a settembre tornerà a spingere per una legge elettorale proporzionale, possibilmente alla tedesca, che favorisce le corse solitarie per poi cercare le alleanze subito dopo il voto. In questi giorni si fa sempre più forte il pressing dei pontieri in campo per riavvicinare Berlusconi e Salvini dopo il gelo di questi mesi, ma il faccia a faccia sembra ancora lontano.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Ric says:

    Non è un buon segno ; oggi se sei avanti nei sondaggi perdi le elezioni !
    TRUMP docet .
    I sondaggi sono una strategia di comunicazione , ed in particolar modo adesso suonano più come tattica .
    Le amministrative hanno ringalluzzito le bramosie ma non l’acume celebrale : per qualcuno le vittorie elettorali sono interpretate come segnale retroattivo di risarcimento gratificatorio in nemesi post mortem , ( vedi Silvio) per altri frutto sudato di duro lavoro in costante campo nemico ( vedi Salvini ) .
    Se qualcuno ce l’ha duro , come non citare l’Umberto , ha modo di mostrarlo ; intanto un popolo ci sarebbe , provare per credere !

Leave a Comment