Dopo De Falco (“Schettino… torni sulla nave… c…zo!”), a chi andrà quest’anno il premio Etica a Milano?

di REDAZIONEDE FALCO

Si terrà il prossimo 16 aprile nella prestigiosa Sala Alessi di Palazzo Marino, gentilmente concessa dal Comune di Milano, la seconda edizione del Premio Etica che da quest’anno diventa internazionale. Tra i premiati dunque anche personalità che si sono distinte in ambito sovranazionale per il loro comportamento etico.

 

I premiati dello scorso anno sono stati : Manlio e Savina Amodeo (per l’arte), Ferruccio de Bortoli (per il giornalismo),  il comandante Gregorio de Falco (per il coraggio dimostrato nella vicenda della Concordia), Cristiano Gandini (per il supporto ai bambini terminali), Silvio Garattini (per la ricerca) e Vittorio Sgarbi (per la cultura).

 

Il Premio Etica nasce quale espressione di Eticasempre, l’associazione voluta dalla presidente e fondatrice Gigliola Ibba che ha come scopo la realizzazione di una società etica.

 

Nata nel 2011 sulla scia di una plebiscitaria adesione a una pagina del Corriere della Sera, in cui Gigliola Ibba denunciava il malcostume dei politici italiani, l’associazione conta oggi oltre 65.000 membri.

 

I premiati dello scorso anno.

 

Per il giornalismo e l’integrità personale: Ferruccio de Bortoli
Per la cultura e la tutela del patrimonio storico-architettonico: Vittorio Sgarbi
Per la medicina e la terapia del dolore applicata ai bambini: Cristiano Gandini
Per la ricerca e la creazione di un importante organizzazione Etica: Silvio Garattini
Per l’arte che ha rifiutato i compromessi del mercato: Manlio e Savina Amodeo
Per la coerenza e l’attaccamento alle istituzioni Gregorio de Falco

 

Eticasempre ha scelto i due rappresentanti di organizzazioni sovranazionali che testimoniano l’etica a livello internazionale per questa seconda edizione della manifestazione. Sono Claude Marshall e Loris De Filippi. Due personalità di prestigio che nella loro attività prossimale e lavorativa hanno contribuito e operano attualmente in ambiti che si distinguono per comportamenti al servizio della collettività attuando nella loro realizzazione principi etici.

Claude Marshall, funzionario dell’ONU (Ginevra) per i rifugiati, per l’etica della sua carriera manageriale e per l’impegno costante a favore dei rifugiati nel mondo.

Loris De Filippi, presidente italiano di Medicins Sans Frontiere, per l’etica professionale al servizio di chi soffre nel mondo, senza discriminazioni di razza e credo religioso.

Il Premio Etica viene assegnato ogni anno a personalità della cultura, della società, del lavoro e delle imprese che nella loro vita si sono distinte per comportamenti etici nella loro vita personale e lavorativa.

 

Il premio è stato istituito due anni fa da Gigliola Ibba presidente di Eticasempre dopo la grande adesione alla pagina apparsa sul Corriere della Sera in cui denunciava il malcostume politico del Parse. E che ebbe oltre 10.000 mail di approvazione. A questa iniziativa fece seguito la costituzione dell’associazione che oggi conta 65.000 membri.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment