Domani sabato 17 al Cavalieri a Milano, convegno e cena: 1946-2016, i due referendum. Ma il 2017 sarà l’anno dell’autonomia per Lombardia e Veneto!

gli-incontri-culturali-del-cavalieri_miniatura

L’Italia nel 1946 di fatto si divise, chi stava con la monarchia, chi con la Repubblica. Fu una “secessione”… Il paese nel 2016 manda un altro netto segnale al governo Renzi: la Costituzione non si dà in mano ai poteri forti. E boccia la legge di revisione costituzionale. Ma altro ci attende, i referendum consultivi per l’autonomia di Veneto e Lombardia. Sono alle porte e bisogna parlarne.

Lo faremo sabato 17 dicembre alle ore 18 nella sala Malatesta dell’Hotel Cavalieri in piazza Missori a Milano. Relatore, il giornalista e scrittore Romano Bracalini. Modera il direttore del quotidiano online lindipendenzanuova.com, Stefania Piazzo. L’evento fa parte degli Incontri culturali del Cavalieri-La storia mai scritta.

Al termine, sarà offerto un momento conviviale ai presenti: risotto lombardo e panettone per festeggiare insieme il Santo Natale!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Castagno 12 says:

    Dovrete tenere BEN PRESENTE che le sole richieste DI AUTONOMIA, anche se presentate nel rispetto di una procedura ufficiale regolare, presentano, INEVITABILMENTE, scarse probabilità di successo.
    Dato l’ambientino internazionale l’esito E’ TRABALLANTE- vedi le vicende della Catalogna.
    Quindi, l’iniziativa burocratica, dovrà essere accompagnata da una massiccia azione popolare che possa creare problemi e che tolga forza al Progetto Mondialista.
    Riguardo a ciò che dovrebbe fare il popolo, ho già fornito ripetute informazioni.
    Comunque, NON OCCORRE ESSERE UN GENIO per capire ciò che ognuno dovrebbe fare, anche nel quotidiano, sempre nel rispetto della Legge.
    Ovviamente bisogna conoscere MOLTO BENE i problemi fondamentali dell’attuale contesto: GOVERNO GLOBALE, Bankitalia PRIVATA, Banche Centrali PRIVATE, Emissione di Valuta che genera Debito, Signoraggio primario e secondario, Invasione programmata ed imposta, Terrorismo generato, addestrato e finanziato da chi vuole combatterlo, ecc.
    Il grosso problema sarà farsi capire dai compulsivi lettori delle PERFIDE tavolette luminose che bruciano l’attenzione e l’interesse delle menti già condizionate, a bella posta, da Lorsignori.
    Per favore, NON FATE LE COSE A META’.

  2. FRONTE LOMBARDO says:

    VOGLIAMO OTTENERE PER LA REGIONE LOMBARDA
    INTERDIPENDENZA –SOLIDARIETA’ –SUSSIDIARIETA’ – AUTODEMOCRAZIA

    IL NOSTRO MOVIMENTO E’ CONTRO UNO STATO CHE HA DA ANNI INSTAURATO LA BUROCRAZIA ASFISSIANTE, IL FISCO VESSATORIO, ESPLOSIONE DEL DEBITO PUBBLICO,
    LA TANGENTOCRAZIA, L’INEFFICIENZA,OSTACOLANDO LA CRESCITA DEL LAVORO,DELL’OCCUPAZIONE E LO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE

    *******************

    BISOGNA USCIRE FINALMENTE E CONCRETAMENTE DALLA STAGNAZIONE DELLA POLITICA ITALIANA E’ ORMAI UNA NECESSITA’ NON PROCRASTINABILE E NOI COME MOVIMENTO AUTONOMO, SENZA UN COLORE PARTITICO, SIAMO IMPEGNATI A ESSERE LA VOCE DEL RISVEGLIO LOMBARDO !

    NOI CREDIAMO NELLE REGIONI FORTI
    PERTANTO OTTENERE
    UNA COSTITUZIONE FEDERALE !

    lombardiautonomia@gmail.com

    INTENDIAMO ORGANIZZARE UN INCONTRO CON COLORO CHE CREDONO NELL’AUTODEMOCRAZIA,PER IL FUTURO LOMBARDO

Leave a Comment