Doddore, ricoverato in ospedale a causa dello sciopero della fame

di REDAZIONE

L’indipendentista sardo Salvatore (“Doddore”) Meloni, arrestato cinque giorni fa per frode fiscale e’ ricoverato all’ospedale di Oristano. Dopo cinque giorni di sciopero della fame e della sete l’autotrasportatore di Terralba, che si proclama innocente, nella notte ha accusato un malore. Immediatamente soccorso e’ stato trasportato all’ospedale San Martino dove ora e’ ricoverato nel reparto di Medicina. Anche in terapia, – si legge in una nota diffusa nel pomeriggio – Meloni continua a rifiutare di alimentarsi e bere, per cui e’ tenuto sotto stretta osservazione medica.

 Nella mattinata gli e’ stato notificato il provvedimento del gip che ha sostituito la misura della custodia cautelare in carcere, con quella degli arresti domiciliari nella sua abitazione a Terralba. Bisognera’ comunque attendere alcuni giorni prima che i sanitari dell’ospedale si pronuncino sulle sue condizioni e ne dispongano la dimissione. Il provvedimento del gip – prosegue la nota – e’ stato duramente contestato da Meloni che ha annunciato di continuare comunque lo sciopero della fame e della sete anche durante gli arresti domiciliari, vista la prescrizione contenuta nell’ordinanza del gip, che gli vieta di comunicare con terzi estranei al nucleo familiare, con qualunque mezzo (posta, telefono, mail, social network o qualunque altra connessione telematica).

COMUNICATO STAMPA DEL PAR.I.S. MALU ENTU

A SEGUITO DEL PERDURARE DELLO SCIOPERO DELLA FAME E DELLA SETE, CHE HA CAUSATO DEL PEGGIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI SALUTE, CHE L’HANNO PORTATO A PERDERE CONOSCENZA, QUESTA NOTTE E’ STATO DISPOSTO DAI MEDICI DEL CARCERE, IL RICOVERO URGENTE DI DODDORE MELONI PRESSO L’OSPEDALE S.MARTINO DI ORISTANO.

ANCHE IN TERAPIA, MELONI CONTINUA A RIFIUTARE DI ALIMENTARSI E BERE, PER CUI E’ TENUTO SOTTO STRETTA OSSERVAZIONE MEDICA.

NELLA MATTINATA E’ STATO NOTIFICATO AL MELONI RICOVERATO, CHE HA RIFIUTATO DI PRENDERNE VISIONE PERCHE’ NON SCRITTO IN LINGUA SARDA, IL PROVVEDIMENTO DEL GIP CHE HA SOSTITUITO LA MISURA DELLA CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE, CON QUELLA DEGLI ARRESTI DOMICILIARI PRESSO LA SUA ABITAZIONE IN TERRALBA.

BISOGNERA’ COMUNQUE ATTENDERE ALCUNI GIORNI PRIMA CHE I SANITARI DELL’OSPEDALE SI PRONUNCINO SULLE SUE CONDIZIONI E NE DISPONGANO LA DIMISSIONE.

IL PROVVEDIMENTO DEL GIP E’ STATO DURAMENTE CONTESTATO DAL PRESIDENTE CHE HA ANNUNCIATO DI CONTINUARE COMUNQUE LO SCIOPERO DELLA FAME E DELLA SETE ANCHE DURANTE GLI ARRESTI DOMICILIARI, VISTA LA PRESCRIZIONE CONTENUTA NELL’ORDINANZA DEL GIP, CHE GLI VIETA DI COMUNICARE CON TERZI ESTRANEI AL NUCLEO FAMILIARE, CON QUALUNQUE MEZZO (POSTA,TELEFONO,MAIL, SOCIAL NETWORK O QUALUNQUE ALTRA CONNESSIONE TELEMATICA).

IL PRESIDENTE MELONI, VISTE LE LIMITAZIONI IMPOSTEGLI DAL GIP, PRENDE ATTO ANCORA UNA VOLTA DELLE MOTIVAZIONI POLITICHE CHE HANNO DETERMINATO IL SUO ARRESTO, POICHE’ TALI DIVIETI NON HANNO NESSUNA RAGIONE DI ESSERE RISPETTO ALLE ACCUSE DI PRESUNTA EVASIONE FISCALE FORMULATE NEI SUOI CONFRONTI.

ORISTANO, 23 AGOSTO 2012.

AVV. CRISTINA PUDDU

PAR.I.S. – MALU ENTU

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. Filu 'e Ferru says:

    L’isola di Malu Entu è proprietà privata di una società napoletana.
    Alcuni “indipendentisti” sardi hanno ritualmente intentato causa civile per la sua l’usucapione, dichiarando di occuparla e manutenerla dal 1974.
    Fin qui cronaca ordinaria!
    Ma inventarsi una Repubblica indipendente per non pagare imposte e tasse né a questa né allo Stato Italiano …vi sembra un atto rivoluzionario da sostenere?

    Quando occupò l’isola con le sue truppe, Doddore dichiarò che erano tutti astemi e bevvero in effetti solo acqua!
    Viva il Cannonau, il Carignano, il Vernaccia, le Malvasie, il Nuragus, il Vermentino, il Girò, il Mandrolisai, il Moscato!
    In vino veritas !

    L’indipendenza sarda è un ideale, non un affare!
    Guardate altrove!

    • Leonardo says:

      Ognuno l’indipendenza la ricerca come vuole e preferisce, non penso lei abbia un qualche imprimatur su come e cosa debba essere. Inoltre, LE TASSE sono sempre state una ragione scatenante dell’indipendentismo.

      • Filu 'e Ferru says:

        Le argomentazioni di Doddore e dei suoi sostenitori appartengono all’usuale repertorio di chi viene colto con la pecora nel sacco !
        A vicenda conclusa valuterete quanti e quali vantaggi avrà portato alla causa indipendentista!

    • Dan says:

      “Ma inventarsi una Repubblica indipendente per non pagare imposte e tasse né a questa né allo Stato Italiano …vi sembra un atto rivoluzionario da sostenere?”

      Dieci, cento, mille Malu Entu.
      Ogni paesino italiano con un qualche problema con lo stato occupante italiano dovrebbe rendersi indipendente come Malu Entu.

      • Filu 'e Ferru says:

        Malu Entu è cos’ indipendente..che il suo Presidente della Repubblica è nelle galere della Repubblica Italiana !

        • Leonardo says:

          Anche Gandhi era nelle galere inglesi quando chiedeva l’Indipendenza dell’India. Ma lei non ci arriva vero??? Lei rappresenta l’indipendentismo perdente, quello delle chiacchiere. Provi lei a finire in galera! Ma non credo ce la farà, non mettono al gabbio gli italinisti finti sardi

  2. Dan says:

    Ok, supponiamo, facciamo le corna, che Doddore tiri le cuoia. Cosa faranno tutti gli altri sedicenti indipendentisti a cominciare dai suoi amici sardi.
    Vale veramente la pena fare i martiri qui da noi ? Altrove, se la bandiera di un ideale venisse meno scoppierebbe la fine del mondo, ma da noi ?

  3. carlitos says:

    ma da quando in italia si va dentro per evasione fiscale? è il primo che sento.

Leave a Comment