Doddore Meloni a 2 anni dalla scomparsa. “I valori? Difendere l’identità”

Respinta istanza scarcerazione Meloni, difeso da avv. Puddu

di DODDORE MELONI – La nostra società non è riuscita a consegnare alle nuove generazioni modelli credibili, né a insegnare loro l’importanza di compiere giuste scelte valoriali: opporsi alla eradicazione della lingua, dell’identità, delle tradizioni, della storia sarda, allo spopolamento, al disagio sociale, alla conservazione naturale dell’ambiente. Il governo colonialista continua a incrementare e applicare nuove forme di violenza verso i sardi, con una politica oppressiva e subdola che contribuisce a farne degli sconfitti, aggravando quel disagio interiore che abbraccia gli ultimi e i più deboli. Stiamo cercando di unire tutti i movimenti identitari a far si che tutti i sardi che fino ad oggi, hanno permesso con i loro comportamenti di agevolare l’oppressione coloniale contro se stessi di capire che stanno sbagliando”

SIETE TUTTI INVITATI A PARTECIPARE A :
“SA DIE DE DODDORE” CHE SI TERRA IL 6/7/2019 ALLE ORE 17,00 PRESSO IL COUNTRY HOTEL SU BAIONE SS131 NURAGHE LOSA.

2 anniversario morte di Doddore
5 luglio 2017
5 luglio 2019

doddore

doddore finanza

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. luigi bandiera says:

    L’italia ha devastato le nostre identita’ che avevamo ereditato come abbiamo ereditato la casa, il capannone, la fabbrica e la tradizione.
    TUTTO DEVASTATO.
    Basta pensare che noi fattitaliani o meglio TALIBANI abbiamo lavorato in prima persona per DISTRUGGERCI non parlando ai nostri figli e nipoti in lingua locale.
    Pensiamo alla popolazione della Terra che da domani parla una sola lingua.
    Spariscono tutte le altre lingue. Lo chiamano anche progresso.
    E’ un bene parlar una lingua sola. Non ci sarebbe piu’ nemmeno il caso di dire multiculturalismo.
    Votiamo contro il KATTOKOMUNISMOISLAMIKO ma seguiamo il loro dettame KULTURALE e cioe’ vogliamo in piena consapevolezza la SOTTOKULTURA mondialista..!
    Oggi se vai per strade e per piazze ti senti FORESTO: non comprendi le lingue parlate.
    Siamo nella torre di Babele..?
    Ecco che serve giocoforza il monokulturalismo.
    QUINDI..?
    UNA LINGUA SOLA.
    In italia per ora solo italiano e le bugie conseguenti.
    Poi sara’ con l’europa… e poi col resto del mondo.
    Quando saremmo cotti ci mangeranno.
    La strada (non il strada poverino) e’ segnata, basta solo percorrerla.

    Lo stiamo facendo cancellandoci da soli (eh, noi siamo patrioti mika mone…) le nostre RADICI… CULTURALI E LINGUISTICHE.

    Repetita juvant forse:
    la verita’ e’ nei fatti.
    Impariamo e leggerli per non soccombere.
    Non per avere ragione, ma solo per non soccombere.

    Ma tanto siamo gia’ ad uno stadio avanzato per cui stiamo soccombendo ma non lo sappiamo.
    L’intellighenzia e’ malata, mooolto malata, e sarebbe quella che ci dovrebbe illuminare la strada… per cui… SENZA LUCE sbaglieremo strada e finiremo MOLTO MALE: nel baratro a dir il vero.

    Salam

  2. Riccardo Pozzi says:

    Un Uomo.

Leave a Comment