Disoccupazione giovanile al 41,6%, tasso più alto dal 1977 a oggi

di REDAZIONE

Il tasso di disoccupazione giovanile e’ salito a novembre al 41,6%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4 punti nel confronto tendenziale. Lo comunica l’Istat, sottolineando che si tratta del livello piu’ alto dall’inizio delle serie storiche nel 1977. In totale, i disoccupati tra i 15-24enni sono 659 mila. La loro incidenza sulla popolazione in questa fascia di eta’ e’ pari all’11%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e in aumento di 0,4 punti su base annua.

Il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 254 mila, aumenta a novembre dell’1,8% rispetto al mese precedente (+57 mila) e del 12,1% su base annua (+351 mila). La crescita tendenziale della disoccupazione e’ piu’ forte per gli uomini (+17,2%) che per le donne (+6,1%). Lo comunica l’Istat sottolineando che gli occupati sono 22 milioni 292 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente (-55 mila) e del 2% su base annua (-448 mila). Il tasso di occupazione, pari al 55,4%, diminuisce di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di un punto rispetto a dodici mesi prima.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Albert Nextein says:

    Mi piace.
    Avanti così.
    Vediamo fino a quando dura una cosa del genere senza che la gente si doti di spranghe, mazze, bastoni e catene.

Leave a Comment