Dipendenti Lega: “3 milioni di Titoli (nel 2013 erano 10) e 2 sul c/c (nel 2013 erano 6)”. Ma si spera ancora

di REDAZIONEvia bellerio

“Purtroppo Salvini ci ha detto che al tavolo ministeriale del 21 gennaio la Lega non ci concederà i contratti di solidarietà”. A dirlo sono i rappresentanti sindacali dei 71 dipendenti della Lega Nord, contro cui e’ in corso una procedura di licenziamento collettivo, al termine di un incontro con il segretario federale del Carroccio, Matteo Salvini, in via Bellerio. “Avevamo chiesto un investimento di un milione di euro per tenere il personale a meta’ tempo e a meta’ stipendio ma ci e’ stato detto di no”, spiega Francesco Bonora della Uil. Tuttavia “Salvini e’ stato disponibile nel valutare altre soluzioni. Non siamo allegri ma questa e’ un’apertura che accettiamo volentieri perché siamo lavoratori ma anche militanti della Lega”. L’apertura di Salvini, aggiunge Bonora, “e’ soprattutto a livello umano, finalmente ha deciso di ascoltarci e ci ha detto che avremo la priorità su eventuali ricollocamenti interni o esterni alla Lega”. In ogni caso “le aperture devono essere verificate perché al momento non abbiamo avuto nessun’altra proposta lavorativa da Salvini”. Per quanto riguarda le casse del partito, poi, “abbiamo una liquidità economica che si aggira sui 3 milioni di euro di titoli (10 secondo il bilancio 2013, ndr), 2 milioni su conti (6 secondo il bilancio 2013, ndr) e poi c’e’ il capitale immobiliare (7 milioni secondo il bilancio 2013, ndr)”. Riguardo al bilancio 2014 ci sono “3,9 milioni di donazioni e 600mila euro del tesseramento. “Dunque, conclude Bonora, “i soldi ci sono, non sono più quelli di una volta ma ci sono”.

Vedi anche: http://www.lindipendenzanuova.com/se-la-lega-licenzia-e-colpa-di-renzi-ecco-i-bilanci-2012-e-2013-in-attesa-del-2014/

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment