Debito pubblico. L’Ue: massacrate i pensionati, applicate la Fornero. Ma vaffa!

fornero6di ROBERTO BERNARDELLI – Ma li avete sentiti? “Rischi alti su debito Italia in medio periodo”, dicono. Il debito italiano è spazzatura e poco ci manca, ma c’è un ma…. Per salvarci il fondo, non dobbiamo fare altro che mettere alla fame i pensionati.

Cosa dicono infatti da Bruxelles? “I rischi sembrano essere alti nel medio termine da una prospettiva di analisi della sostenibilità del debito, in seguito a un elevato livello di debito alla fine delle proiezioni” nel 2026 e “l’alta sensibilità a possibili shock alla crescita nominale e ai tassi d’interesse”. Quindi, la solfa del rapporto della Commissione Ue sulla sostenibilità delle finanze pubbliche, è questa: date fondo fino in fondo alla riforma della previdenza che avevate già messo in corso d’opera, e cioè la legge Fornero, quella che ha affamato migliaia di esodati e che ha messo fuori gioco i lavoratori, senza una pensione plausibile.

 

“Non ci sembrano essere rischi di sostenibilità” dei conti pubblici “nel lungo periodo, supponendo la piena attuazione delle riforme pensionistiche adottate in passato e a condizione del mantenimento della bilancia strutturale primaria al livello previsto dalla Commissione per il 2017 (2,5% del pil) ben oltre quell’anno”.

Rileggiamo: piena attuazione delle riforme pensionistiche adottate in passato. Massì, viva la Fornero e i miti europei come lei. Che colossale inchiappettata ragazzi. Il governo italiano non ha fatto una piega, i sindacati non li abbiamo sentiti.

Viva l’Europa, viva l’euro.

 

Presidente Indipendenza Lombarda

Print Friendly

Related Posts

4 Comments

  1. max says:

    Per inciso non ho ricordi di cose epiche contro la legge Fornero,se non dopo Salvini che usa questo argomento per puro spot elettorale,sindacati e comunisti,ciellini e compagni tutti d’accordo con Monti cosi salviamo l’Italia.
    Peccato che anche un asino capisce che se un lavoratore dopo gli anni stabiliti dalla costituzione italiana che dice che il massimo di anni lavorativi sono 40,portati a 42,chi è fuori come entra nel mondo del lavoro?ma chiedere alla Fornero, come potranno pagare i contributi i giovani? e il sistema come regge se nessuno versa contributi?a si gli extracomunitari salveranno il sistema.

  2. Padano says:

    Se in Italia, internamente (come Regioni), pretenderemmo il rigore fiscale che la Germania giustamente pretende tra Stati, il debito non sarebbe più un problema.

  3. Giancarlo says:

    Il fiscal compact prima o poi ce lo faranno digerire ed allora per l’italia sarà la fine.
    I futuri pensionati sono già alla fame ed il vuoto generazionale per la mancanza di ricambio nel lavoro farà il resto. Insomma un quadro fosco come non poteva essere nonostante i trionfalismi più volte annunciati.
    Per i pensionati che già usufruiscono della LORO pensione non va meglio dato che non ci sono quasi rivalutazioni e la voglia di massacrare anche questi ultimi in una maniera o in un’altra c’è, inutile nascondercelo.
    Per il momento stanno massacrando i correntisti, i soci detentori di azioni o obbligazioni delle banche, poi toccherà a chi ? Ma ai politici dimezzare i loro emolumenti no ?
    Ai politici e a tutti quelli che hanno stipendi e pensioni d’oro, niente austerity ?
    Beh, faranno bene a valutare cosa fare e non fare perché questa volta i pensionati non si faranno rubare i loro soldi. Qui non si tratta di diritti acquisiti, si tratta che in italia abbiamo pensioni già da fame e pensare di intaccarele è demenziale. La rivolta civile è alle porte, staremo a vedere se avranno il coraggio di aprirle la porta affinché milioni di italiani la attraversino per poi ritrovarsi ancora più poveri e vedere lor signori sempre a cavallo. I disarcionamenti saranno a quel punto un dovere !!!!
    WSM

  4. Paolo says:

    Un paese che si indebita fino al 133% e con la gioventù disoccupata fino al 40% della forza lavoro é poco da stare allegri. La Fornero in tutto questo centra come i cavoli a merenda. é normale che in Europa siano abbastanza preoccupati. Fino a che, da noi la maggior parte dei politici entra in politica grazie a parenti e amici, abbiamo poco da stare allegri.

Leave a Comment