Davigo: proviamo a corrompere i politici, chi accetta lo arrestiamo subito

di DISCANTABAUCHITRIBUNALE MI

L’occasione fa l’uomo ladro. E la politica occasioni ne offre tutti i giorni. Illudersi che dal ’92 ad oggi la moralità abbia avuto il sopravvento sulla gestione furbesca della cosa pubblica è, sia concesso, da pirla.

Piercamillo Davigo, ex magistrato di punta di Mani pulite lo ha detto chiaro e tondo. Da Mani pulite, appunto, “non è cambiato niente perché l’attività della classe politica, di destra e di sinistra, degli ultimi venti anni è stata di rendere più difficile la lotta alla corruzione”. In altre parole, si è legiferato per ostacolare la trasparenza, ha detto il magistrato  nel corso di un convegno sulla corruzione organizzato dal Movimento 5 stelle della Lombardia a Milano.
Secondo Davigo, per combattere la corruzione “ci vogliono misure straordinarie”, e la prima da adottare anche in Italia potrebbe essere quella del test di integrità. “Subito dopo le elezioni negli Stati Uniti mandano degli agenti sotto copertura ad offrire denaro agli eletti – ha spiegato – chi accetta viene arrestato”. “Con questo metodo – ha concluso – in pochi anni si pulirebbe dalla corruzione la classe
politica italiana”.

Sempre meglio che niente, si può provare. Ma un paio di volte l’anno serve un test. Altrimenti siamo fritti di nuovo.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. toscano redini says:

    Prego aggiornarsi: “L’occasione fa l’uomo italiano”.

Leave a Comment