Dal terrore sanguinario a quello economico

di MARCELLO RICCIISIS-Execution
I Tunisia l’Islam massacra i turisti, dal bagno nel mare al bagno di sangue. Spiaggia, ombrelloni e cadaveri. Turisti in fuga. In Francia, sempre in nome di Allah si ghigliottina e la testa recisa è trofeo esibito. A macchia di leopardo, nel mondo avanza la “fede” che celebra col sangue che sgorga dai mucchi di cadaveri . Liturgia del trionfo tanatologico, questo è l’islam. Dialogo intereligioso. Parole e ascia. Dal terrore sanguinario a quello economico. In Grecia l’economia arretra, il debito cresce e il paese è al collasso. Fortunatamente la crisi del terrore islamico non c’è. Potranno le bellissime isole greche, soddisfare le esigenze dei vacanzieri orfani delle piatte spiagge della Tunisia? Lo si spera. L’industria turistica potrà essere il lievito della rinascita di una civiltà grande e antica che non merita di morire di euro e Europa. La lezione sulla impossibile Eurabia deve essere recepita. L’ Africa agli africani. L’Europa agli Europei. Parafrasando “ Hic sunt leones” Qui ci sono gli islamici. Hic sunt grassatores. Noi ci teniamo Bibbia e Vangeli. Loro i versetti Satanici. Ad ognuno il suo. C’è chi predica carità e chi mozza le teste. Potrà essere ripetuto il miracolo di Padre Marco d’Aviano? Certamente se useremo il maiale in tutti i cibi, in tutte le stoffe e la sua urina, già componente di tutte le plastiche, verrà spruzzata per combattere i tagliagole .

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment