Dal miracolo a Milano al Miracolo a Roma

SALVINI ROMAdi MARIO DI MAIO – Salvini è in cielo, in terra e in ogni luogo microfonato. Predica la sua dottrina in Corea, Russia, U.S.A. e non solo e da oggi il suo Vangelo è disponibile in tutte le librerie del bel Paese. Intanto ha già compiuto il suo primo miracolo : la resurrezione di Irene Pivetti : che se soltanto l ‘avesse ripescata qualche anno fa sarebbe stato “ipso facto ” scomunicato dal cerchio magico di turno in via Bellerio. Invece oggi è una mossa più che azzeccata. Anzitutto la Signora si è trasferita a Roma e non ha più a che fare con l ‘elettorato della Brianza e dintorni. E, conoscendone le caratteristiche, ha tutti i requisiti per prevalere, insieme con la Meloni, sulla Mussolini e le altre femmine del cosiddetto centrodestra romano. Cosa da non sottovalutare perché si vota in regime di par condicio. Inoltre, essendo di provenienza “estera ” non ha nessun conto in sospeso con l ‘elettorato capitolino. Serve assolutamente poi una persona che non ceda a compromessi in materia di omosessualità, come succede dalle parti di Forza Italia. Adesso da Salvini ci attendiamo un altro miracolo : la “conversione” di Roma.

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento