Da Miglio e Bossi a Cuffaro e Storace. I nuovi volti della Lega Nord

miglioIl Rompiballe – Salvini annuncia trionfante che a breve numerosi parlamentari campani, pugliesi e siciliani entreranno nella Lega Nord. “Il progetto nazionale non si ferma” afferma il segretario su molti quotidiani. Proprio oggi sarà in Sicilia a fare campagna elettorale per il “missino” Musumeci. Nei giorni scorsi Storace ed Alemanno hanno sposato il nuovo corso salviniano, dichiarando con enfasi ed entusiasmo: “E’ giunto il momento di fare sintesi sulla base delle idee identitarie e sovraniste!.  Giancarlo Giorgetti e Matteo Salvini hanno dato dimostrazione e segnali importanti di unità nei nostri confronti. Costruiremo insieme un grande Polo sovranista”. Il deputato catanese Angelo Attaguile, braccio destro di Salvini in Trinacria, in queste ore commenta: “Da sturziano doc (!!) spero che presto anche la Sicilia possa godere degli effetti e dei benefici di una vera e sana autonomia (fino adesso ne ha avuti pochi, ndr)”.

Il deputato Alessandro Pagano della Lega-Noi con Salvini, segretario regionale Sicilia occidentale afferma invece: “Siamo sempre più radicati in Sicilia, siamo presenti in ogni provincia, presto un Piano straordinario per il Mezzogiorno che prevede investimenti infrastrutturali per 22 miliardi di euro”. Tra i vari comizi “leghisti” in terra sicula si affacciano volti noti della vecchia politica dorotea che hanno fatto la storia della Democrazia Cristiana e del “Buon Governo” della Sicilia degli ultimi 20 anni: cuffariani, seguaci di Raffaele Lombardo, andreottiani, alfaniani pentiti e tanti altri.  Da Erminio Boso, a Gianfranco Miglio, a Umberto Bossi fino a Totò Cuffaro, Angelo Attaguile, Raffaele Lombardo e Gianni Alemanno. Sono i nuovi volti della Lega NORD.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    la Sicilia emergerà in tutta la sua potenza e specificità solo quando sarà di nuovo uno Stato Indipendente! Regno o Repubblica lo decidano i siciliani, la moderna democrazia lo permette e perciò facciano quello che gli conviene di più… ma lascino perdere Roma una volta per tutte… La vecchia classe nobil-borghese imboccò da subito la strada per Torino per fare gli affari suoi prima ancora dell’ondata degli operai della FIAT… Be’, sarebbe il caso che rivedesse l’errore che ha fatto…
    Sono il centro del Mediterraneo… e sono spariti dalla scena se non rifugiandosi qua e là in posti di potere importanti, forse per far scorrere rivoli di danaro alla propria gente come se fosse di mendicanti…
    La Sicilia è altro, dai tempi antichi della storia conosciuta… ritrovi se stessa, lasci perdere i pifferai magici… riemerga e si riprenda il ruolo di centralità nel Mare nostrum!

Leave a Comment