CURLING, PILZER: “VINCERE E PUNTARE AL MONDIALE”

di REDAZIONE

“Vinciamo tutto e andiamo al mondiale” erano state le parole di Andrea Pilzer, skip della nazionale italiana di curling juniores, prima di partire per l’Europeo in Danimarca i primi di gennaio. E le promesse, il trentino Pilzer, le ha rispettate appieno insieme ai suoi compagni Amos Mosaner, Daniele Ferrazza, Roberto Arman e Sebastiano Arman. I cinque curlers azzurri, tutti di sangue e di maglia Trentino Curling, hanno passato la fase eliminatoria con un bottino di sette partite vinte su sette. Nell’ordine, l’Italia ha preso a “sassate” l’Ungheria (7-2), la Francia (7-3), la Slovacchia (8-1), la Germania (7-4), la Slovenia (6-3), la Spagna (7-2) e l’Estonia (6-4), quest’ultima battuta in rimonta con un parziale conclusivo di 4-0 Italia.

In semifinale, Pilzer e soci hanno regolato i conti in breve tempo contro l’Olanda, seconda classificata fino a quel punto nel tabellone A. E le porte della finale contro la Russia si sono aperte. Al primo punto Italia, rispondeva prontamente il quartetto guidato dallo skip Evgeny Arkhipov, e al terzo end era perfetta parità, 1-1. “Hanno giocato fin da subito in difesa”, ha commentato Pilzer, “e noi li abbiamo assecondati, infatti il punteggio è rimasto basso perchè soprattutto loro non hanno mai preso l’iniziativa. Il nostro vantaggio era quello di avere l’ultima stone nelle mani, quella dell’ottavo end, e quindi ci faceva comodo amministrare in un certo senso”. Gli azzurri targati Trentino allungavano al quarto, ma la Russia pareggiava i conti al sesto (2-2). Il settimo era nullo e all’ottavo proprio lo skip italiano metteva prima i brividi ai suoi con un errore sulla penultima stone, ma si riscattava con il punto che valeva la qualificazione al campionato del mondo junior, in programma il prossimo marzo ad Östersund, in Svezia.

“Siamo felicissimi lo ammetto”, ha concluso Pilzer, “ora arriva il bello, cioè i Mondiali in Svezia, dove dovremmo giocare ogni stone al nostro massimo, perchè a quel livello non ti è mai concesso di sbagliare”. I curlers trentini sono tornati a Cembra per preparare le prossime sfide di campionato di serie B (14-15 gennaio) e Junior nazionale. Tranne Amos Mosaner, che dalla Danimarca è volato ad Innsbruck per vestirsi ancora di azzurro ai Giochi Olimpici Invernali Giovanili in programma dal 13 al 22 gennaio.

FONTE ORIGINALE: http://www.sottozeronews.com/?p=66098

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment