Cota: Sì alla Lega insieme a Berlusconi, ma anche con Alfano

di REDAZIONE

“Seguiamo con attenzione quanto sta avvenendo all’interno del Popolo delle Liberta’. Per quanto riguarda la Lega noi dobbiamo andare avanti uniti. Abbiamo la responsabilita’ delle Regioni in cui governiamo con il Pdl: stiamo governando bene e continuiamo a lavorare, portiamo avanti i programmi e la nostra azione riformatrice, quindi non vedo ripercussioni in tal senso, anzi facciamo da collante”. Cosi’ il Presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, commenta sul suo profilo Facebook le dichiarazioni del Presidente Silvio Berlusconi.

Cota, esprime tutto il suo assenso per le scelte del suo alleato. “Bene Berlusconi quando dice che bisogna lavorare per fare una coalizione anche con il Nuovo Centrodestra e bene Alfano quando dice che bisogna fare le primarie. La Lega Nord a queste due proposte e’ interessata”. Cosi’ il presidente della Regione Piemonte e segretario della Lega Nord Piemonte, Roberto Cota, commenta le dichiarazioni di Silvio Berlusconi circa l’intenzione di fare una coalizione anche con il Nuovo Centrodestra e in riferimento alla proposta di Angelino Alfano sulle primarie. Bossi non ha preso bene le idee di Cota…

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. Marco Green says:

    Un’immagine molto eloquente: una gestualità che dice già tutto.

  2. jesse james says:

    Che personaggio di infimo livello. Una creatura di bossi delle più infime. Ben gli sta a bossi di essere azzannato da quel traditore, di cui fra pochi mesi nessuno ricorderà neppure l’esistenza… una nullità.

  3. Alfredo says:

    Ma l’ha letto l’articolo 1 dello Statuto. Ecco un altro itagliano che è salito sul carro della Lega per puro tornaconto personale. L’importante era il Potere. Fosse stata anche Calabria Libera ad assicurargli lo scranno di Governatore per lui sarebbe andato bene lo stesso.
    SI vergogni!

  4. lorenzo says:

    anche con Alfaniani e Fratelli d’Italia, non bastava Berlusconi quindi… evidentemente Cota è un vero italiano… d’altro canto è anche e soprattutto un politico, e quindi non contano le idee ma i voti da sommare per essere eletti… diciamo pure che il Piemonte non è indipendentista come il Veneto…

    • L'incensurato says:

      Io mi chiedo come l’Umbertun abbia potuto far eleggere uno così. Con sommo intento dietrologico ero arrivato a pensare che il Piemonte fosse la vittima sacrificale da dare in pasto ai pelasgici,purchè se ne andassero fuori dagli zebedei. Invece noto con piacere che è stata semplicemente una scelta sbagliata (come uno che votasse la Serracchiani in Friuli,per dire). Mezzo gaudio,ma è ora di dire “basta Roma basta Cota”.

  5. lory says:

    Cota pur di stare nella greppia si attacca anche al tram.

  6. L'incensurato says:

    Ma anche con Mastro Geppetto. Ma anche con il pupazzo Uan. Ma anche fuori dalle Balle: metteteci Gremmo al posto di Cota. Sarebbe anche ora. Padania Libera
    Con Bossi. Sempre.

Reply to lorenzo Cancel Reply