L’altro privilegio dei parlamentari denunciato da Boeri

boeri“Scandaloso che la Camera non ci abbia dato i dati dei versati dai singoli parlamentari. Si risparmierebbero 150 milioni di euro all’anno se si uniformassero i trattamenti di deputati e senatori a tutti gli altri. Ora vedo che c’è un altro orientamento. In aggiunta ai vitalizi ho segnalato ai questori i privilegi rappresentati dal versamento dei cosiddetti oneri figurativi. Sono contributi consistenti perché rappresentano circa il 24 per cento dei loro versamenti. Auspico che quando si affronterà il tema dei vitalizi si affronti anche quelli degli oneri figurativi”: lo ha detto Tito, presidente dell’Inps,  a In mezz’ora su Rai3. “Si aggiungono ai vitalizi e sono trattamenti molto di favore. In aggiunta a un sistema troppo generoso, i parlamentari si sono dati un ulteriore privilegio” (Corriere della Sera).

Ma cosa sono gli oneri figurativi? Sul sito dell’Inps si legge che “il riconoscimento ai fini pensionistici, da parte dell’ente previdenziale, di periodi di aspettativa non retribuita per astensione dal lavoro per l’esercizio di funzioni pubbliche elettive”. Succede quindi che, spiega Boeri, “l’Inps deve versare (a questi parlamentari) i contributi: si tratta di circa il 24% della loro retribuzione, che in alcuni casi l’Inps ha versato per 20 o 30 anni”.  A beneficiarne sono tutti gli eletti al Parlamento nazionale, agli eletti al Parlamento europeo e agli eletti alle assemblee regionali. Boeri ha spiegato di aver scritto una lettera all’ufficio di presidenza della Camera (la struttura operativa del presidente Fico ndr) per sollecitare un intervento, ma di non aver ricevuto al momento “alcuna risposta”.

Quanto al reddito di cittadinanza, Boeri spiega che “è qualcosa di cui si discute a livello accademico e non esiste in alcuna parte del mondo: si dà un reddito a tutti a prescindere dal proprio patrimonio. Quello di cui si è parlato in campagna elettorale è qualcosa più vicino al reddito minimo, che aiuta i più poveri ad arrivare a un reddito per una vita dignitosa”. “Quello del M5s è congegnato per costare davvero molto alla pubblica amministrazione. A regime il reddito di inclusione costa 3 miliardi, aggiungendo 4 miliardi potremmo aiutare tutti quelli che stanno in difficoltà la proposta dei 5 stelle costerebbe intorno ai 34-35 miliardi”, ha concluso Boeri.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. FIL DE FER says:

    C’era da aspettarselo che l’elenco dei privilegi dei politici non era finito e forse non ancora.
    E’ la prova che chi va a fare il politico come mestiere ci va per i soldi e non per ideali o passione o per fare gli interessi del paese o dei cittadini che poi è la stessa cosa.
    Cosa possiamo aspettarci da tutti questi partiti e signori politici ?
    Non hanno fatto mai nulla per limitare gli sprechi ed i privilegi di cui loro sono i beneficiari.
    Una classe politica da sempre dedita ai propri interessi personali e per la tutela dei propri partiti diventati tutti dei succhia sangue salvo ultimamente il M5S.
    Voler essere ottimisti è un’impresa bella e buona. Confidiamo che almeno la LEGA e M5S siano coerenti nel voler veramente cambiare questo paese altrimenti destinato ad un default già apparecchiato.
    Lo stato non esiste, esistono solo chi lo occupa talvolta indegnamente e campa vivacchiando o continuando a fare cerimonie per commemorare questo o quello ( talvolta giusto farlo) ma alla fine chi pensa ai cittadini di oggi ? Siamo all’anarchia bella e buona e senza un cambiamento radicale, anche della costituzione, specialmente di quella, non andremo da nessuna parte come al solito.
    WSM

  2. luigi bandiera says:

    Versati cosa..?

    Quelli la’, piu’ tantissimi altri, NON versano nulla.

    Figurano (fanno finta).
    E’ ragionieristico il loro versare e per questo si chiama FIGURARE IL VERSAMENTO e cioe’ NEMMENO UN TOIN).

    Sono solo numeri… LE PALANCHE VERE LE METTONO LI’, una su l’altra, SOLO I VERSANTI VERI. PRATICI..! Sempre meno numerosi…

    Insistiamo sul dire che quelli la’ versano..??

    Ed io insisto sul dire che FIGURANO, fanno finta. Ma si, quel atto e’ detto versamento anche se e’ falso dirlo.

    Scritto in lingua di stato per cui si dovrebbe capire quel che scrivo. O no..?

    Mah, forse vivo in un altro pianeta.

    Bacio le mani

    • luigi bandiera says:

      Ho dimenticato una cosa importante.
      L’INPS versa al posto loro e quelli li’ sono prelevati davvero e quindi tolti a quelli che li hanno versati.

      Si, per carita’ di Dio, servono i servizi di cui le camere e tutto l’ambaradan pero’ certe cifre non devono esserci… PAGHE D’ORO e relative PENSIONI DE ORO.
      Cio’, i poteri dello stato comandano e un re non si fara’ mai e poi mai una legge contro. Quindi..?

      Salam

Leave a Comment