Contro l’euro, caro Grillo noi ci siamo. Indipendenza Lombarda per il referendum

di ROBERTO BERNARDELLI

Sì, contro l’euro, io sto con Grillo.Il referendum consultivo per uscire dalla moneta unica si può fare e lo faremo. Sul blog dei 5 Stelle l’altro giorno si leggeva: “Questa è un’iniziativa popolare. Da oggi, Santa Lucia,13 dicembre 2014, giorno della luce, raccoglieremo le firme per sei mesi, poi le porteremo in parlamento, e lo obbligheremo a discutere una legge popolare che ci darà modo di indire un referendum consultivo per uscire dall’Euro. SI PUO’ FARE!”

banchettieuro_d.jpg

I banchetti del M5S per firmare sono in tutta Italia

D’altra parte, avete più sentito parlare di referendum da parte di Matteo Salvini? Impegnato nel raccogliere consenso al Sud e nello scalare le classifiche dei social network, il leader postleghista ha abbandonato da un pezzo il tormentone anti-Bruxelles. Ogni tanto viene rispolverato, ogni tanto qualche suo messo economico rispolvera il no euro ed è finita lì. Almeno, occorre dare atto a quell’imprevedibile di Grillo di avere mantenuto una linea di coerenza sul tentativo di alzare la voce contro la moneta che ha decretato la nostra rovina ma, soprattutto, il declino dell’economia del Nord che ha continuato a dover alimentare l’assistenzialismo meridionale.

Uscire dall’Euro si può, nonostante alcuni “va ciapà i ratt” disinformati dicano il contrario. Si può come nel 1989, quando siamo entrati a far parte dell’Unione Europea. Abbiamo fatto un referendum consultivo, come faremo adesso con la modifica di una legge costituzionale – leggiamo nella presentazione della campagna di raccolta firme -. Dunque il mio invito è venite a firmare. Finalmente possiamo esprimere una volontà popolare che sta scomparendo. Chiuderanno tutte queste opportunità, lo sappiamo. Oggi bastano 50mila firme per una legge popolare, le porteranno a 500 mila, porteranno i referendum a un milione, ridurranno ogni potere del Parlamento. Vogliono fare come Mussolini con solo un po’ di vaselina in più. Siamo ancora iin tempo a mandarli a casa. Chiuderanno tutte le strade possibili di espressione popolare. Vi esorto ad andare a firmare, io ho firmato. Vi abbraccio tutti.” Beppe Grillo

Al di là delle diverse posizioni politiche che possiamo registrare col Movimento 5 Stelle, di certo non possiamo chiamarci fuori dal contribuire a questa campagna di democrazia. Indipendenza Lombarda c’è.

Presidente Indipendenza lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. giancarlo pagliarini says:

    O signur Bernardelli, perché vuoi aumentare le tasse? Proprio tu? Non me l’aspettavo. Perché “svalutazione” col nostro debito pubblico significa semplicemente “tasse”che lo Stato si mette in tasca. Te ne rendi conto, vero? Bè, ciao. Paglia

  2. Paolo says:

    Se si crede che, abbandonare l’Euro per ritornare alla vecchia Lira sia un bene, allora poniamoci questa domanda: Perché in Germania le cose vanno bene e da noi no! Semplicemente perché hanno la Costituzione e una classe politica e dirigente diversa dalla nostra. Non credo che, mettersi a svalutare una volta al mese sia la soluzione giusta, anzi….

    • Dino says:

      La prego, prima di parlare della Germania “che va bene” vada a guardarsi i dati Eurostat sull’economia dell’eurozona. Altro appunto che vale per tutti: perchè quando si parla di moneta sovrana automaticamente si associano termini come “svalutazione” e “iperinflazione”? Sulla base di quale teorema si ragiona così?
      Detto questo mi permetto di concludere con questa considerazione: anche io non credo che tornare alla Lira sovrana possa far risorgere l’attuale stato italiano, ma non perchè non possa funzionare una nuova Lira, bensì perchè non credo proprio che possa funzionare lo stato italiano. E’ un regime in decomposizione senza futuro. Sono altresì fermamente convinto che la Repubblica Veneta, dotata di moneta sovrana, possa raggiungere livelli di prosperità economica attualmente insperabili.

Leave a Comment